I migliori del 2012? Gli ingegneri informatici

CareerCast.com ha lanciato una classifica dei migliori e peggiori del 2012. A cavarsela meglio, l’ingegnere informatico, il messo peggio il taglialegna.

CareerCast.com ha lanciato una classifica dei migliori e peggiori del 2012. A cavarsela meglio, l’ingegnere informatico, il messo peggio il taglialegna. L’ingegnere informatico mantiene l’ambito primato già da due anni e questo lo deve soprattutto alle tante aziende che attualmente hanno bisogno di operatori in grado di raccogliere e trasformare dati portando a casa un reddito medio di quasi 90mila dollari l’anno.

Il taglialegna invece, con soli 32.114 dollari, non può che starsene in fondo alla classifica nonostante i numerosi pericoli che affronta quotidianamente sul posto di lavoro.

Sconcertanti invece i risultati guadagnati dai responsabili delle risorse umane che guadagnano un bel terzo posto nella chart. I giornalisti entrano tristemente nella classifica dei peggiori, per stress e per le basse prospettive di crescita, il mestiere viene paragonato a quello del lavapiatti o del macellaio.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Universitari padani, su un cartellone il valore delle loro lauree

Next Article

Con Calzedonia in Italia e all'Estero

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.