“Grillini” in azione a iniziativa PD

Avete mai visto degli studenti essere trattati in malo modo in un incontro del PD? E magari, perché no, erano pure del movimento di Beppe Grillo? Se avete risposto “sì” due volte, allora potreste essere dei lettori che erano presenti all’iniziativa elettorale del più grande partito d’opposizione tenutasi a Pomigliano d’Arco (NA) il 27 maggio.
I ragazzi, armati di videofonino e vis polemica stile Beppe (Grillo, ndr), avevano di fronte sia il candidato alla Provincia partenopea l’Onorevole Gino Nicolais, che il candidato alle Europee – nonché Consigliere Regionale – Andrea Cozzolino, e proprio a lui alla domanda su moralità e socialismo… apriti cielo: una ridda di mugugni, brusii ma anche di più!
Sì, ok: questi ragazzi a volte la faranno anche un po’ fuori dal vaso e comunque, va detto che una risposta, seppur stringata, l’avevano avuta. Ma perché “invitarli” ad uscire? Perché in quel modo che in un loro comunicato definiscono essere da “aggressione fisica”?
Luigi Di Maio – iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza della Federico II e da sempre attivo nella rappresentanza studentesca – è coinvolto in questa vicenda in prima persona e così commenta l’accaduto: “Al comizio erano presenti tanti leader della politica campana che hanno permesso con il loro silenzio alle domande poste, il perpetrarsi della reazione violenta dei militanti del PD e tra gli aggressori vi era anche un consigliere comunale dello stesso partito“.
Vedere per credere: https://www.youtube.com/watch?v=eSxND6wYjU4

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stage in Galbani per un economista

Next Article

L'Isfol fa il punto sull'apprendistato

Related Posts
Leggi di più

Un’intera classe in sciopero contro il compagno bullo. I genitori: “Da due anni i nostri bambini vivono in un incubo”

Scoppia la protesta contro il bullismo in un istituto di Jesi, in provincia di Ancona. Quattordici genitori decidono di non mandare più i loro figli a scuola per la presenza di un bambino che avrebbe atteggiamenti violenti contro di loro, denunciando denti rotti, Amuchina negli occhi, insulti e minacce. La preside: "Problema c'è ma è stato ingigantito".