Gli fa scrivere 100 volte “sono un deficiente”. 15 giorni di reclusione

Abuso dei mezzi di disciplina e 15 giorni di reclusione. E’ questa la pena da pagare per la maestra palermitana troppo azzardata che avrebbe fatto scrivere ad un suo alunno “sono un deficiente” per 100 volte poiché aveva avuto un comportamento da bullo con un compagno di classe.

Abuso dei mezzi di disciplina e 15 giorni di reclusione. E’ questa la pena da pagare per la maestra palermitana troppo azzardata che avrebbe fatto scrivere ad un suo alunno “sono un deficienteper 100 volte poiché aveva avuto un comportamento da bullo con un compagno di classe.

Il bullismo – ha spiegato la Corte non si può contrastare con metodi che finiscono per rafforzare il convincimento che i rapporti relazionali (scolastici o sociali) sono decisi dai rapporti di forza o di potere”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

11 settembre, dopo undici anni l'ok definitivo al Museo della Memoria

Next Article

Anche Miss Italia 2012 aspetta le graduatorie

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.