Giovani agricoltori crescono

Al convegno di Rimini sarà presentata la ricerca “Il ruolo dei giovani agricoltori per il futuro dell’agricoltura italiana”. Esigenze, punti di forza, criticità alla luce dei nuovi scenari”, che si suppone sia il punto di partenza della discussione sul tema dell’imprenditoria giovanile che punta su innovazione e competitività come motore di sviluppo del Paese.

Speranza, rabbia, non si sa quello che emergerà dalle fila dei giovani di Confagricoltura in un momento così critico e difficile per il Paese.

Comunque, sarà un momento di riflessione importante ad una settimana esatta dal Forum nazionale dell’agroalimentare, i tanti sospirati Stati generali, che il ministro dell’Agricoltura ha convocato a Cremona l’11 e 12 novembre 2011.

Un appuntamento chiesto a più riprese dal settore e in particolare dalla Cia, Confederazione italiana agricoltori, che non si era mai concretizzato.

Il Forum si articolerà in due giorni (venerdì e sabato) al termine dei quali dovrà uscire una proposta unitaria politica, a livello nazionale, da presentare a Bruxelles per il negoziato sulla riforma della Politica agricola comune.

D’altra parte la riforma europea e’ materia delicata e d’importanza vitale per il settore, in quanto e’ in grado di determinare le sorti, le scelte e anche la vita di tanti agricoltori per gli anni a venire, dal 2014 al 2020.

Fonte:Adnkronos

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al Suor Orsola tra gusto e cultura

Next Article

Addio a Di Prisco, uomo di cultura e grande umanità

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.