Gelmini e Fitto incontrano i rettori delle Università del Sud

Approfondire le questioni legate all’attuazione della riforma universitaria e del Piano Nazionale per il Sud. Partendo da questi obiettivi il ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e il ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto hanno incontrato i Rettori di tutte le università del Mezzogiorno.

La finalità dell’incontro è stato l’approfondimento delle questioni legate all’attuazione della riforma universitaria e del Piano Nazionale per il Sud. Nel corso della riunione sono state affrontate le criticità specifiche del sistema universitario meridionale per comprendere meglio come queste possano essere affrontate sfruttando appieno le opportunità che deriveranno dall’attuazione della riforma.

I Ministri hanno illustrato i contenuti del Piano Nazionale per il Sud per la ricerca e l’innovazione. Ai Rettori è stato richiesto un contributo di proposte da inserire in un Contratto Istituzionale di Sviluppo per realizzare una sinergia virtuosa tra governo centrale, Regioni e sistema universitario.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Sardegna, pubblicato il portale di inserimento professionale

Next Article

Corsi Universitari di Educazione ai Diritti

Related Posts
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.
Leggi di più

Studentessa muore a pochi esami dalla laurea: l’università la proclamerà lo stesso “dottoressa”

Irene Montuccoli avrebbe compiuto oggi 22 anni. E' morta nei giorni scorsi in seguito a dei forti mal di testa. Sul suo decesso la Procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo perché la ragazza, che era andata più volte al Pronto soccorso, era sempre stata dimessa. Irene era appassionata di motori e stava per laurearsi in Ingegneria del veicolo. L'ateneo di Modena e Reggio Emilia ha avviato l'iter per la laurea alla memoria.