Finmeccanica assume 1500 giovani under 30

finmeccanica assume 1500 giovani

Finmeccanica assume 1500 giovani Assunzioni entro 18 mesi e contratto a tempo indeterminato.  Le figure più richieste: ingegneri e periti aeronautici, informatici e elettronici

Finmeccanica, il gruppo italiano leader nel settore della difesa e dell’alta tecnologia, assume 1500 giovani al di sotto dei 30 anni nei prossimi 18 mesi. Ad annunciarlo l’amministratore delegato dell’azienda Alessandro Pansa in un’intervista a Il Sole 24 Ore.

Sul tipo di collaborazione proposta lo stesso Pansa ha assicurato: “Si tratta di posti veri e qualificati, non lavori precari”. I neoassunti, infatti, firmeranno un contratto di apprendistato professionale a  tempo indeterminato, formula che ha consentito a Finmeccanica di assumere oltre 3000 dipendenti negli ultimi tre anni.

I profili più ricercati sono: laureati in ingegneria e discipline tecnico-scientifiche e soprattutto diplomati periti aeronautici, industriali, meccanici, informatici ed elettrotecnici.

Già chiarite, inoltre, le aree geografiche in cui opereranno i futuri assunti: il 40% andrà al Nord (essenzialmente in Liguria, Lombardia, Piemonte), il 15% tra Lazio e Toscana e il 45% in Campania e Puglia. Mentre le e aziende che assumeranno di più sono Alenia (600), AgustaWestland (368) e Selex Es (300).

Tutte le informazioni per partecipare all’iniziativa saranno disponibili sul sito di Finmeccanica nei prossimi giorni.

Un impegno che l’azienda italiana ha deciso di prendere per dare una risposta concreta alla crisi occupazionale che colpisce i giovani italiani. In quest’ottica ha varato anche un piano pluriennale di formazione per diplomandi e diplomati degli istituti tecnici. Un progetto che coinvolgerà 10mila studenti nell’orientamento e 5mila nella formazione. “Manodopera qualificata che potrà in futuro soddisfare la domanda di lavoro che viene dalle nostre aziende, dai nostri fornitori o perfino dai concorrenti” ha concluso Pansa.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

50 morti in meno col primo soccorso, Ddl per insegnarlo a scuola

Next Article

Lezioni nella lingue dei segni all'Università di Teramo

Related Posts
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.