Federico II: A.A.A. cercasi bilancio 2007

“Il mistero del bilancio 2007 dell’Università Federico II”, sembra il titolo di un film ma è realtà.

“Il mistero del bilancio 2007 dell’Università Federico II”, sembra il titolo di un film ma è realtà. Forse la parola mistero è un po’ forte, ma cercare di recuperarlo online è una vera impresa. Se un curioso o uno studioso provassero a dedicarsi a questa ricerca si imbatterebbero in tante piccole stranezze.
Una forse non tanto piccola. Sul sito dell’Università infatti nell’area bilanci si possono tranquillamente consultare quelli del 2006, 2008 e 2009. Salta subito agli occhi l’assenza di quello del 2007. Il motivo qual è? Non esistono obblighi di pubblicazione?
Il tentativo di avere spiegazioni si scontra con l’impossibilità di parlare con chi dovrebbe fornire notizie in proposito. Sul sito ci sono tutti i riferimenti del caso. Sono indicati i responsabili con rispettive caselle postali e recapiti telefonici degli uffici dove dovrebbero essere reperibili. “Dovrebbero”. Qui inizia un’impresa forse ancora più titanica rispetto alla ricerca del “misterioso” bilancio 2007.
Le numerose e-mail inviate dove sono finite?. Tutto tempo sprecato, nessuna risposta. Ecco che si scatena la fantasia. Si tratta di inefficienza o di mancanza di volontà? Rispondere anche con un semplice “non lo so” o “provvederemo quanto prima” insomma con una risposta di circostanza, poteva rendere tutto più semplice. Allora proviamo con il telefono.
Ci sono almeno dieci recapiti utili, ma per un paio di settimane non risponde nessuno, ai più svariati orari. Che sfortuna!La ricerca di una risposta invece di portare a una soluzione ha portato numerose nuove domande. Dove siete? Perché il bilancio 2007 non è sul sito? Perché nessuno risponde alle e-mail e al telefono? Chissà che questo messaggio non arrivi in questo modo al destinatario e si possa svelare il “mistero”.
Giuseppe Porcelli

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Dall'idea all'impresa

Next Article

Un arcobaleno contro i terremoti

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale