Distretto aerospaziale Campania: 34 borse di studio da 16 mila euro per laureati in diverse discipline

Sono 34 le borse di studio messe a disposizione dal Distretto Aerospaziale della Campania destinate a giovani ricercatori e laureati residenti nelle regioni del Sud: l’importo delle borse è di oltre 16 mila euro ciascuna.
Nello specifico, le borse messe a disposizione sono: 8 borse di studio per il corso di Structure Designer and Planner; 12 borse di studio per il corso di Ricercatore Esperto nella Progettazione e Realizzazione; 7 borse di studio per il corso di Progettista Areonautico in Tecnologie del Volo e a Avamprogetto; 7 borse di studio per il corso di Progettista Meccanico Areonautico.
Requisiti indispensabili per presentare domanda sono: il possesso del diploma di laurea magistrale (o equiparata) oppure laurea vecchio ordinamento in discipline scientifiche, in particolare in Ingegneria Aeronautica/Aerospaziale, Ingegneria Chimica, Elettronica, Gestionale, Meccanica o Ingegneria dei Materiali o titoli equipollenti; essere disoccupati o inoccupati; liberi da obblighi che possano ostacolare la continua frequenza ai corsi; alla data di avvio delle attività formative, prevista per marzo 2016, non essere vincolati da alcun contratto di lavoro e/o forma di collaborazione o alla frequenza di dottorati di ricerca e/o corsi di formazione professionale o specializzazioni post-laurea, che prevedano forme di retribuzione o alla frequenza di un altro corso di formazione, finanziato nell’ambito del bando di riferimento del presente progetto; essere residenti nelle regioni Puglia, Campania, Calabria e Sicilia.
Le borse verranno erogate per la copertura di corsi formativi di specializzazione articolati in 1.640 oppure 1.592 ore di formazione tra teoria, esercitazioni e affiancamento da svolgersi presso le strutture dei partner del progetto.
La scadenza per partecipare al conferimento delle borse di studio del Distretto Aerospaziale della Campania è fissata al 19 febbraio. A questo link potete scaricare il bando ufficiale.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Lombardia, l'alternanza scuola - lavoro si fa nelle parrocchie

Next Article

La rassegna stampa di mercoledì 10 febbraio

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.