Cromo, sotto la lente di Inail e Unipg

212ii.jpgStudiare gli effetti tossici e i meccanismi cellulari/molecolari indotti dall’esposizione al cromo negli ambienti di lavoro. È quanto faranno, grazie a un protocollo d’intesa firmato recentemente tra le parti, ricercatori della direzione regionale umbra dell’Inail e quelli del dipartimento di Medicina clinica dell’Università di Perugia.

Il progetto prevede infatti lo studio delle infiammazioni che questo elemento chimico metallico è in grado di apportare all’apparato respiratorio umano, nonché i meccanismi cellulari e molecolari attraverso i quali il cromo potrebbe determinare i suoi effetti pro-cancerogeni e pro-infiammatori.

“L’accordo – ha dichiarato Tullio Gualtieri, direttore regionale Inail Umbria – rappresenta la conferma dell’interesse dell’Istituto sull’attività di ricerca che incide sulla prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro oltre che sul fenomeno dell’emersione e della diagnosi precoce delle malattie professionali”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Natale a cifre tonde

Next Article

Ricerca, nuove speranze dal lievito

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".