Concorso per 800 assistenti giudiziari in Lazio

Sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 92 del 22 novembre 2016 è stato pubblicato il bando del concorso per titoli ed esami per la selezione di 800 Assistenti Giudiziari.
Si tratta di un bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, a 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, Area funzionale seconda, fascia economica F2, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria.
Sono previste nell’immediato 1.000 assunzioni negli uffici giudiziari, di cui 200 di persone comprese in graduatorie di precedenti concorsi e 800 di candidati selezionati tramite concorso pubblico. La campagna di reclutamento rientra nel generale progetto di riorganizzazione dei servizi giudiziari e di adeguamento delle competenze del personale che svolge attività amministrativa presso gli uffici della giustizia. Per iscriversi al concorso per Assistente Giudiziario c’è tempo fino al 22 dicembre 2016. Le domande vanno inoltrate telematicamente dal sito www.giustizia.it secondo le modalità indicate dal Ministero. Il bando era previsto da un emendamento al decreto legge sullo slittamento del processo amministrativo telematico e successivamente da un decreto del Ministero della Giustizia.
Possono partecipare al concorso i maggiorenni in possesso di diploma di scuola superiore, senza ulteriori requisiti specifici. Valgono ovviamente tutti i requisiti generali per l’accesso ai concorsi nella Pubblica Amministrazione (cittadinanza italiana, godimento dei diritti civili e politici, idoneità fisica all’impiego, qualità morali e di condotta).
E’ prevista l’assegnazione di punteggi aggiuntivi – oltre a quelli ottenuti tramite le prove selettive – ai candidati che hanno svolto con esito positivo:
• l’ulteriore periodo di perfezionamento nell’ufficio del processo (+ 6 punti)
• lo stage presso gli uffici giudiziari (+ 1 punto)
• il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari (+ 1 punto)
La selezione dei candidati avverrà sulla base di due prove scritte e un colloquio. A discrezione della commissione, le prove scritte potrebbero essere precedute da una prova preselettiva.
PROVA PRESELETTIVA: consiste in una serie di quesiti a risposta multipla su elementi di diritto pubblico ed elementi di diritto amministrativo. Saranno ammessi alle prove scritte i candidati classificatisi entro i primi 3.200.
1° PROVA SCRITTA: quiz a risposta multipla su elementi di diritto processuale civile.
2° PROVA SCRITTA: quiz a risposta multipla su elementi di diritto processuale penale.
Le due prove si svolgeranno in successione, senza soluzione di continuità. I candidati avranno a disposizione 150 minuti in tutto.
Il calendario delle prove scritte o dell’eventuale prova preselettiva (e le modalità di svolgimento delle prove) sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale del 14 febbraio 2017.
COLLOQUIO: verterà sulla materie delle prove scritte e inoltre su Ordinamento Giudiziario, elementi di Servizi di Cancelleria, nozioni sul rapporto di pubblico impiego, informatica (prevista una prova pratica) e una lingua straniera tra inglese, francese, spagnolo e tedesco.
Per consultare il bando: » Concorso per 800 assistenti giudiziari

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento
Previous Article

Bando di reclutamento nell'Aeronautica Militare, 800 VFP1

Next Article

La rassegna stampa di martedì 29 novembre

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.