Concorso 23 Contabili Ministero della Giustizia

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso per 23 Contabili.

Le risorse saranno assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato, seconda area funzionale, fascia retributiva F2, nei ruoli del personale del  Ministero della giustizia – Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. 

La selezione è rivolta a diplomati. Per presentare la propria candidatura c’è tempo fino al 21 Gennaio 2021. Ecco il bando e tutti i dettagli per partecipare.

REQUISITI

Per essere ammessi al concorso per contabili al Ministero della Giustizia i candidati devono essere in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o appartenente ad uno degli Stati membri dell’Unione Europea o appartenenti ad altre categorie come indicato ne bando;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • qualità morali e di condotta di cui all’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • non essere stati dichiarati destituiti o dispensati o decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
  • diploma di istituto tecnico per il settore economico – indirizzo Amministrazione, finanza e marketing, ovvero titoli equiparati e equipollenti secondo la normativa vigente.

Si precisa che sui posti messi a concorso opera la riserva a favore dei volontari FF.AA.

PROCEDURA SELETTIVA

Qualora il numero di domande pervenute sia superiore a 1.000, l’Amministrazione si riserva la facoltà di predisporre una prova preselettiva.

I candidati saranno sottoposti a tre prove d’esame: due prove scritte ed una prova orale.

PROVE SCRITTE

Le prove concorsuali scritte consisteranno in una serie di domande a risposta multipla che verteranno sulle seguenti materie:

  • elementi di ordinamento penitenziario ed organizzazione degli istituti e servizi dell’amministrazione penitenziaria;
  • elementi di contabilità di Stato con particolare riferimento ai servizi amministrativo contabili dell’amministrazione penitenziaria.

PROVA ORALE

L’esame orale verterà sulle materie oggetto delle prove scritte e inoltre su:

  • nozioni di economia politica e di scienze delle finanze;
  • nozioni di diritto costituzionale ed amministrativo con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego.

RETRIBUZIONE

Ai vincitori del concorso contabili al Ministero della Giustizia sarà corrisposto uno stipendio di circa € 1516,47 (fascia retributiva F2 della seconda area del personale dei Ministeri).

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Il Ministero della Giustizia è il ministero del governo italiano che è preposto all’organizzazione dell’amministrazione giudiziaria civile, penale e minorile, dei magistrati e di quella penitenziaria. E’ organizzato in Uffici di diretta collaborazione del ministro e in quattro Dipartimenti. Il Ministero sovraintende al personale e all’organizzazione di tutti gli Uffici giudiziari ordinari, in qualità di uffici territoriali del ministero, e fermo restando le funzioni sui magistrati del Consiglio superiore della magistratura. 

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il 21 Gennaio 2021 attraverso apposita procedura telematica raggiungibile a questa pagina.

Tutti i dettagli relativi all’invio della domanda di partecipazione sono riportati nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO CONTABILI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Gli interessati a partecipare al concorso per contabili al Ministero della Giustizia sono invitati a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 191 Kb) pubblicato sulla GU n. 99 del 22-12-2020.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Le successive comunicazioni in merito alle prove d’esame e alle graduatorie finali saranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale e poi anche sul sito del Ministero della Giustizia, alla sezione ‘Strumenti > Concorsi, esami, selezioni e assunzioni’.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Aruba Lavora con noi: posizioni aperte e come candidarsi

Next Article

Legge di Bilancio, via libera alla Camera dei deputati: ecco le misure per la scuola. Azzolina: “Nel testo ulteriori passi avanti”

Related Posts
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.