Concorsi universitari pilotati: indagato il rettore della Statale di Milano Elio Franzini

Bufera sul numero uno dell’ateneo milanese: è accusato di reati contro la pubblica amministrazione. L’indagine, che riguarda due concorsi, è partita da Firenze dove gli inquirenti si stavano occupando di altre procedure selettive sospette all’interno dell’università.

Il rettore dell’Università Statale di Milano, Elio Franzini, è indagato nell’ambito dell’inchiesta su due concorsi “pilotati” che sta portando avanti dalla Procura di Milano e che prende origine da un’indagine analoga partita qualche mese da Firenze. La notizia dell’inscrizione del registro degli indagati del rettore della Statale è stata riportata oggi da diversi quotidiani che hanno ricordato come le indagini degli inquirenti si stiano concentrando su due concorsi, uno da professore ordinario all’ospedale San Paolo di Milano e un “progetto regionale” di chirurgia robotica.

Come detto l’indagine madre è partita dalla Toscana e ha riguardato diversi concorsi per l’ospedale Careggi e l’Università di Firenze. Nel corso delle indagini gli inquirenti si sono imbattuti in un aspetto tutto “milanese” e per questo hanno trasmesso tutti gli atti alla Procura lombarda per gli accertamenti del caso e che avevano portato, quest’estate, all’emanazione di una misura interdittiva nei confronti di Marco Carini, già professore di Urologia all’Università di Firenze. Adesso gli ulteriori sviluppi con il rettore Elio Franzini indagato per reati contro la Pubblica amministrazione.

Come ricostruisce il Fatto Quotidiano, “la figura di Carini finisce sul tavolo della Procura di Milano per un’accusa (fiorentina) di corruzione condivisa con Stefano Centanni, già professore ordinario in Statale, e Francesco Montorsi, all’epoca ordinario dell’Università Vita e Salute e direttore del reparto Urologia al San Raffaele. Sul piatto due posti di professore ordinario di Urologia banditi dalla Statale presso gli ospedali San Paolo e San Donato. La figura di Franzini, per come ricostruito dai pm, riguarda il San Paolo”.

Tra le intercettazioni agli atti di Milano citate dal Fatto ce n’è una in cui, è l’estate 2020, Carini spiega: “Il rettore di Milano mi chiama e mi chiede se c’è la volontà, la disponibilità di un posto al San Paolo di professore ordinario in quanto c’è un progetto regionale che prevede un centro europeo di chirurgia robotica per cui loro volevano anche un urologo”.

Il caso dei due concorsi nasce nel luglio 2020 e prosegue a ottobre quando nella commissione viene messo anche Carini. Nel capo d’imputazione di Firenze si legge che sarebbe stato “raggiunto un accordo corruttivo tra Carini, Montorsi e Centanni per la spartizione dei posti di professore ordinario presso gli ospedali San Paolo e San Donato”. Questo l’ambito dell’indagine milanese che riguarda il rettore. Franzini è indagato per reati contro la Pubblica amministrazione.

Total
1
Shares
Lascia un commento
Previous Article

A Bologna il caso dell'inafferrabile volpe della facoltà di Ingegneria: per catturarla utilizzate esche alla mortadella

Next Article

Maxiemendamento del governo: 20 milioni alle paritarie e 100 per la proroga del personale Ata

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".