Concorsi, durissimo commento dei professori universitari: "Abolito valore legale del titolo"

E’ durissimo il commento dell’ANDU sulla proposta del governo di far valere il peso delll’Ateneo per quanto riguarda l’accesso ai concorsi pubblici. In un comunicato appena ricevuto dal Corriere dell’Università, l’Associazione Nazionale dei Docenti Universitari si scaglia contro la proposta avanzata dall’On. Marco Meloni.
“L’ANDU in tutti questi anni ha denunciato che l’abolizione del valore legale dei titoli comprende anche l’abolizione dello stato giuridico nazionale dei docenti, la liberalizzazione delle tasse e la differenziazione degli Atenei.
Marco Meloni, presentatore dell’emendamento approvato, quando era responsabile Universita’, componente della segreteria nazionale del PD e del direttivo dell’associazione Trecentosessanta, nata da un’intuizione di Enrico Letta, aveva dichiarato: “L’abbiamo proposto per primi: pensiamo all’abolizione del valore legale del voto di laurea, ad ampliare le classi di laurea che consentono di accedere ai concorsi, ecc. Fara’ discutere ma per noi non deve essere un tabù”. (dall?Unita’ del 7.6.12).
La dichiarazione di Marco Meloni riportava le posizioni del Gruppo (v. nota) che da sempre detta le posizioni del PD (e prima dei DS e del PCI), determinando i provvedimenti legislativi e ministeriali che stanno portando alla definitiva demolizione dell’Universita’ statale”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Per la prima volta arrivano risorse premiali sulla base del merito per gli Istituti Tecnici

Next Article

Roma Tre, parla il rettore Panizza: "Vogliono la brutta copia del modello americano"

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".
Leggi di più

Ricerca, parte la caccia al fondo da 1,3 miliardi di euro per 180 dipartimenti d’eccellenza

Il Ministero dell'Università pronto all'assegnazione dei fondi per le strutture che si distinguono per una ricerca di qualità. Per il quinquennio 2023-2027 sono 350 le strutture che verranno selezionate ma solo 180 riceveranno i fondi dopo la valutazione da parte dell'Anvur. Padova, Statale Milano e Sapienza le università con più dipartimenti candidati.