Collegati a Collegamenti

Presso il Campus di Fisciano è iniziata oggi la tre giorni “Collegamenti”: un incontro diretto tra l’ateneo, gli studenti e le future matricole dell’università salernitana.

Presso il Campus di Fisciano è iniziata oggi la tre giorni “Collegamenti”: un incontro diretto tra l’ateneo, gli studenti e le future matricole dell’università salernitana.
La manifestazione, organizzata dall’Ufficio rapporti con la stampa e promozione d’ateneo, dal Caot e dall’Adisu in collaborazione con [email protected] web radio, prevede momenti di aggregazione, stand espositivi, visite guidate all’interno dei locali del Campus ma anche laboratori didattici per un primo approccio alla vita universitaria. Un mondo che si racconta in tutte le sue possibilità a coloro che intendono intraprendere il percorso formativo. Saranno infatti presentate le attività e gli impianti per lo sport, le associazioni studentesche, la web radio e la tv.
L’Ufficio rapporti con la stampa e [email protected] durante il corso della manifestazione intervisteranno presidi e delgati delle facoltà per la realizzazione di un palinsesto radio/televisivo tale da definire un percorso alla scoperta delle varie facoltà dell’ateneo. Interessante l’appuntamento di questo pomeriggio alle 14.00 in Piazza Rettorato dove si terrà “Meridione Parallelo Laboratorio di danze popolari del Sud Italia” diretto da Milena Acconcia a cura dell’Associazione Musicateneo e quello previsto per domani alle ore 10.30 “Laurearsi, e dopo? Il rapporto tra l’università ed il mondo del lavoro” in cui interverranno la prof.ssa Riitano, la prof.ssa Di Stasi, i rappresentanti di Confindustria ed i responsabili di alcuni spin-off dell’Università di Salerno
Per conoscere dettagliatamente il programma clicca qui.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nasce il Caffè Giuridico

Next Article

Scoperta la quasiparticella racchiusa nel grafene

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"