CNR, 30 borse di studio per lavorare nel settore Nautico

Vuoi lavorare nella nautica? Il CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche, tramite l’Istituto di Ingegneria del Mare, ha messo a disposizione 30 posti in frequenza. Il progetto si chiama TRIM, Tecnologia e Ricerca Industriale per la Mobilità Marina. L’obiettivo è lo sviluppo di esperti in ricerca e sviluppo in ambiente nautico. Qui c’è il programma completo. Ai primi 21 candidati in graduatoria sarà assegnata una borsa dell’ammontare di € 16.200,00 al lordo delle imposte e/o trattenute dovute per legge e degli oneri a carico del CNR. I successivi 9 candidati selezionati saranno ammessi come uditori.

l programma è articolato su tre (alternativi) obiettivi ed è finalizzato alla formazione di esperti nelle aree:

  • alleggerimento strutturale e nuovi materiali;
  • sviluppo di tecniche di progettazione per il miglioramento dell’efficienza;
  • sviluppo di nuovi sistemi di propulsione, controllo delle emissioni e gestione di rumore e vibrazioni.

Il percorso prevede attività di formazione svolte da docenti universitari, ricercatori e/o esperti del settore (480+180 ore) e tirocini formativi presso Enti e/o Aziende del settore (540 ore) per un totale di 1200 ore in 13 mesi, con inizio a dicembre 2020. L’attività formativa si terrà a distanza, vista l’emergenza COVID-19.

La selezione è rivolta a candidati che all’atto delle selezioni non abbiano/abbiano avuto rapporti lavorativi con le strutture coinvolte nel progetto e che siano in possesso degli specifici titoli di studio richiesti dal bando (ID: INM-001-2020-RM-Prot 0064218, Gazzetta Ufficiale n. 81 del 16/10/2020, scadenza: 16/11/2020) .

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Docenti asintomatici possono insegnare in quarantena. Ma sulle ore è scontro anche tra i sindacati

Next Article

Deep-fake, le Università contro i video falsificati

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.