CNN cerca stagisti in giornalismo per la sede di Londra

L’emittente televisiva statunitense CNN è alla ricerca di  tirocinanti per il suo ufficio di Londra che si occupino della raccolta notizie e della sezione digitale e sportiva. Gli stage sono rivolti a ragazzi neolaureati in Giornalismo o in corsi di studi affini, che abbiano interesse nel costruirsi una carriera in ambito giornalistico e abbiano una buona conoscenza di lingua inglese,  sia orale che scritta.
Mansioni e Responsabilità
Tra le principali responsabilità del tirocinante rientrano:
attività di ricerca
verifica notizie
partecipazione ad incontri,
contributi sotto forma di idee e storie ecc ecc.
Tipologia di stage
Sono disponibili 2 tipologie di stage: le Digital Internships, le News Internships
Per la categoria News Internships è possibile candidarsi per le seguenti aree:
Sports (Broadcast);
The News desk;
Current affairs programmes (Amanpour / The World Right Now, with Hala Gorani);
CNN Vision internship;
Interview Content Producing & guest booking.
Per la categoria Digital Internships è possibile candidarsi per le seguenti aree:
Motion Graphics;
Digital Video;
Digital Features (Online content only);
Digital Sports (Online content only);
Digital News (Online content only)

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La Nota del Def più veritiera di ogni promessa: tagli alla scuola nei prossimi anni

Next Article

Imam arrestato a Padova, bambini di 5 anni picchiati se sbagliavano preghiera

Related Posts
Leggi di più

Facebook, in Europa 10mila posti lavoro in 5 anni

. "La regione sarà messa al centro dei nostri piani per aiutare a costruire il metaverso che ha il potenziale di aiutare a sbloccare l'accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche", spiegano Nick Clegg, Vice Presidente Global Affairs del colosso di Menlo Park
Leggi di più

Salario minimo, cos’è e perché ce lo chiede l’UE

A riporta in auge il tema è una proposta rilanciata da Partito democratico e Movimento 5 Stelle. Tranne timide eccezioni, l'idea non sembra però raccogliere l'entusiasmo né delle parti sociali, né degli altri partiti di maggioranza. Eppure allargando lo sguardo, solo sei Paesi europei, Italia compresa, non possiedono una normativa del genere.