Carrozza, nuovi fondi all’Università: 50mln di euro in più

carrozzajpg

Carrozza, nuovi fondi all’Università. Per quest’anno niente tagli. A dichiararlo è il Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza che, durante la trasmissione “Prima di tutto” su Radio Uno, ha sottolineato come “per la prima volta non ci sono stati tagli, anzi ci sono 50 milioni di euro in più per l’Università italiana”. Un segnale molto importante secondo il ministro, anche perché erano anni che lo si aspettava.

Parole più amare invece sono state espresse per i suoi colleghi di ateneo. “Dall’università mi aspettavo francamente una risposta maggiore, a volte vedo i miei colleghi intellettuali che leggono poco i testi e commentano senza approfondire”, ha precisato per poi aggiungere “E questa mancanza di dibattito informativo stona nel mondo della scuola e della ricerca dove lo studio dovrebbe essere la base per qualunque discussione”.

Una marcia in più dovrebbero essere imposta anche alla scuola media italiana, che secondo il ministro dovrebbe subire un ripensamento, soprattutto nei programmi. “Quando la scuola media unica fu fatta fu una riforma di portata veramente epocale, che ha inciso profondamente sull’idea che tutti dovessero avere accesso all’istruzione, e che non ci fosse una separazione tra chi proseguiva gli studi e chi doveva andare a lavorare in maniera precoce”. “I dati – ha aggiunto – dimostrano ancora che non è vincente separare così presto le carriere degli studenti, la vocazione deve emergere più avanti per tutelare anche chi viene da classi sociali più in difficoltà”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Nei laboratori 5.700 posti a rischio

Next Article

Costruisci la tua carriera, una giornata all’insegna dell’internazionalizzazione

Related Posts
Leggi di più

“Foto osé in cambio della sufficienza”: chiuse le indagini nei confronti del prof di matematica. Nei guai anche la preside che non denunciò

La Procura di Cosenza ha chiuso le indagini preliminari sul caso delle presunte molestie al liceo "Valentini-Majorana" di Castrolibero. Il docente accusato di violenza sessuale, tentata violenza sessuale, molestie sessuali e tentata estorsione. In un caso chiese a una ragazza di scattarsi una foto del seno se voleva ottenere il 6 nella sua materia.