Borse di studio di 767 euro al mese per studiare in Francia

borse di studio

Borse di studio per studiare in Francia –  L’agenzia Campus France mette a disposizione sovvenzioni per dottorati in settori scientifici e sociali. Partenze previste per il primo gennaio 2014 per un massimo di 18 mensilità

 

Campus France, l’agenzia francese per la promozione dell’istruzione superiore, l’accoglienza e la mobilità internazionale, offre agli studenti italiani borse di studio del valore di 767 euro al mese estendibili fino a 18 mensilità.

L’offerta è rivolta a laureati magistrali, del nuovo o del vecchio ordinamento, residenti in Italia e iscritti a un corso di laurea in matematica, scienze dell’ambiente, tecnologie dell’innovazione, scienze umane e sociali applicate allo spazio mediterraneo contemporaneo.

Due le tipologie di borse proposte: la prima riservata ai dottorandi in cotutela (gli studenti iscritti in due Atenei che hanno diritto alla doppia laurea), rinnovabile per un massimo di 18 mesi; mentre la seconda è una borsa di mobilità riservata ai dottorandi.

Il valore medio di entrambe le borse è di 767 euro mensili, un rimborso che dovrebbe coprire le spese di soggiorno in Francia. Campus France, inoltre, provvederà a fornire ai borsisti assistenza sanitaria gratuita e altri servizi.

Per gli studenti selezionati, il soggiorno oltralpe comincerà il 1° gennaio 2014 e terminerà il 31 dicembre dello stesso anno.

Per avere maggiori informazioni su scadenze, bandi e valore delle borse di studio andate sul sito di Campus France.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La lettera della Prof: "Non tenete i ritmi dell'Università? Provate la psicoterapia oppure abbandonate gli studi"

Next Article

I doloretti che prevedono il tempo. La credenza popolare ora è scienza

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.