Bocconi, confermati i vertici del cda

Confermati il vertice e la maggioranza dei consiglieri della Bocconi, compreso l’ex amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo.

Confermati il vertice e la maggioranza dei consiglieri della Bocconi, compreso l’ex amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo. Ieri – si legge in una nota – il consiglio dell’Istituto Javotte Bocconi, che sta a monte del’ateneo milanese, ha indicato i membri di nomina diretta del Cda dell’università, che conclude il suo mandato il primo novembre.
Per il quadriennio 2010-2014 sono stati confermati Mario Monti come presidente, Luigi Guatri come vicepresidente, Bruno Pavesi come consigliere delegato e i consiglieri Antonio Borges, Alessandro Profumo, Marco Tronchetti Provera, Corrado Passera, Giovanni Pavese e Giovanni Salvucci (in rappresentanza degli studenti). Cambia solo il rappresentante dei professori di ruolo con Salvatore Vicari che sostituisce Aldo Montesano, andato in pensione.
Del consiglio, composto da 19 membri, farà parte inoltre per diritto il rettore Guido Tabellini. I restanti 8 amministratori della Bocconi saranno nominati, entro 30 ottobre, dal ministero dell’Università e della Ricerca, dalla Regione, dalla Provincia, dal Comune di Milano, dalla Camera di Commercio (che esprime tre nomi) e dalla Fondazione Cariplo.
Fonte Ansa

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

L'Udu chiede le dimissioni della ministra

Next Article

Slitta il ddl Gelmini alla camera

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"