Blocco Studentesco: non è un Paese per giovani

Il Blocco Studentesco questa mattima ha occupato temporaneamente il tetto del rettorato dell’Università di Tor Vergata a Roma, esponendo una gigantografia di 45 metri quadrati con il volto di Mario Monti trasformato in vampiro e la dicitura “no al governo dei baroni, Blocco Studentesco”.

Il Blocco Studentesco questa mattima ha occupato temporaneamente il tetto del rettorato dell’Università di Tor Vergata a Roma, esponendo una gigantografia di 45 metri quadrati con il volto di Mario Monti trasformato in vampiro e la dicitura “no al governo dei baroni, Blocco Studentesco“.

“Questa azione rientra nella giornata di mobilitazione nazionale indetta dal Blocco Studentesco contro il governo Monti, il governo dei baroni al servizio della speculazione finanziaria internazionale – ha spiegato ad Adnkronos Patrizio Gabrielli, senatore del Blocco Studentesco all’ateneo – le politiche antisociali di questo governo, compresa la spending review, colpiscono direttamente gli studenti”.

“Quello in cui viviamo – conclude Gabrielli – non sembra proprio un paese per giovani. Per questo oggi, quella che Monti ha definito la ‘generazione perduta’, a Tor Vergata come in tutta Italia, ha voluto lanciare il suo ‘assalto al futuro”‘.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

15 enne fugge col prof di matematica. Disperato appello della madre: torna

Next Article

Siria, giornalista Press tv ucciso da un cecchino

Related Posts
Leggi di più

Intervista al nuovo rettore di Bergamo Sergio Cavalieri: “Open campus per far riscoprire agli studenti l’Università”

Sul Pnrr: "Uscire da logiche campanilistiche. Si ai consorzi con altre università e imprese ma superare le conflittualità con progetti condivisi". E sugli obiettivi dei dipartimenti: "Le strategie d'ateneo vanno discusse all'interno dell'università e in contrattazione con il ministero e poi si definiscono gli obiettivi da intraprendere"