Big Data, progetto Lagrange: Borse di ricerca da 20 mila euro

Borse di ricerca sul tema del “Big Data” offerte dalla fondazione CRT

BIG DATA. IN PALIO BORSE DI RICERCA DA 20.000 EURO L’UNA CON IL PROGETTO LAGRANGE-FONDAZIONE CRT
Coordinamento scientifico della Fondazione ISI. Bando aperto fino al 30 novembre
Sei borse di ricerca applicata della durata di un anno saranno assegnate a progetti di eccellenza scientifica e tecnologica nel campo dei Big Data grazie al progetto Lagrange, ideato, promosso e finanziato dalla Fondazione CRT con il coordinamento scientifico della Fondazione ISI.
Il bando è aperto fino al 30 novembre, ed è rivolto ai possessori di laurea magistrale e ai dottori di ricerca in discipline tecnico-scientifiche per progetti sui Big Data.
Per ognuna delle borse, 20.000 euro saranno messi a disposizione dalla Fondazione CRT e almeno 12.000 euro da imprese co-finanziatrici con una sede operativa in Piemonte o Valle d’Aosta.
Il Progetto Lagrange-Fondazione CRT ha sostenuto finora 700 giovani ricercatori con borse di dottorato e di ricerca applicata, per un investimento complessivo di 40 milioni di euro.
A Fondazione ISI di Torino, che da oltre trent’anni è leader internazionale nello studio della scienza della complessità e oggi opera all’avanguardia nell’area dei Big Data, è affidato il coordinamento scientifico del progetto.
È possibile scaricare il bando su https://www.progettolagrange.it/it/strumenti/borse_di_ricerca_applicata.htm

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Scuola, il benessere degli insegnanti: una nuova frontiera dell'insegnamento

Next Article

Ryanair: 3250 assunzioni per Ingegneri, Assistenti di Volo, Piloti

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.