Beni Culturali, nuove scuole di specializzazione

Scadono il 10 ottobre le iscrizioni alle nuove Scuole di Specializzazione nel settore dei Beni Culturali promosse dall’ Università degli Studi Suor Orsola Benincasa in convenzione con la Seconda Università degli Studi di Napoli.
Si tratta della Scuola di Specializzazione in Beni Storici Artistici (diretta da Ferdinando Bologna, docente di Metodologia e Storia della critica d’arte presso l’Università Suor Orsola Benincasa) e la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici (diretta da Stefania Quilici Gigli, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia della Seconda Università degli studi di Napoli) .
“L’obiettivo qualificante di queste scuole – spiega Stefania Quilici Gigli – è volto alla formazione di specialisti con uno specifico profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale, che siano in grado di operare con funzioni di elevata responsabilità nei competenti livelli amministrativi e tecnici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali o di altre strutture pubbliche e private attive in questo campo” .
Un obiettivo che può essere centrato al meglio grazie alla convenzione tra le due università campane che hanno la più lunga esperienza didattica e formativa nel settore dei Beni Culturali e che hanno entrambe al proprio attivo corsi di laurea specialistici in Archeologia, in Storia dell´Arte e in Conservazione dei Beni Culturali, e sono dunque in grado di mettere al servizio di questa iniziativa numerosi e qualificati docenti.
Una scelta che sarà favorita dalla consolidata presenza, presso l´Università Suor Orsola Benincasa, di autonomi laboratori di diagnostica e di restauro dei legni, dei metalli, dei dipinti su tela, degli affreschi, dei materiali fotografici e soprattutto dei quattro poli archeologici territoriali dove già lavorano alcuni degli studenti del Suor Orsola Benincasa (Procida-Vivara, Pompei, San Vincenzo al Volturno e Creta-Monastiraki)
L´accesso alle Scuole è a numero chiuso, con numero massimo prefissato di 25 unità per Scuola, e prova d´ingresso selettiva (info su www.unisob.na.it).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tor Vergata, quattro re per un trono

Next Article

Nuove guide turistiche in Campania

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".