Battiato, un intellettuale nella giunta Siciliana

La giunta siciliana si arricchisce di intellettuali: Battiato, artista catanese, e Lucia Borsellino, medico e dirigente della regione

Il noto artista Catanese, Franco Battiato, rinuncia a ogni compenso divenendo il nuovo assessore alla cultura della nuova giunta regionale Siciliana guidata da Rosario Crocetta. «Scendo in campo – commenta Battiato smorzando i toni in conferenza stampa – seppure parzialmente, per dare una mano alla Sicilia ma, per favore, non chiamatemi assessore, mi offende preferisco essere chiamato Franco”.

Voci sul possibile ingresso in giunta dell’artista si erano diffuse alcuni giorni fa, ma Battiato non aveva confermato, né smentito la notizia, anzi, in linea di massima, era disponibile a collaborare con il nuovo governo regionale, purché l’impegno non fosse a tempo pieno e lui potesse prestarlo a titolo gratuito. Nonostante abbia deciso di collaborare, sta mantenendo il suo proposito: rinunciare al compenso. Quella di Battiato, non è l’unica novità, nella giunta di Crocetta è stata nominata anche un’altra figura: Lucia Borsellino -figlia del magistrato ucciso dalla mafia nel ’92- medico e dirigente della Regione, la quale si occuperà di Sanità.

Giovanna Padalino

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Antonella Clerici e Massimiliano Pani: sarà un flirt proibito?

Next Article

A Napoli la premiazione di Creative Clusters

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"