Arcuri, il commissario per l'emergenza Covid controllerà la ripertura delle scuole

Un nuovo incarico per Domenico Arcuri è stato previsto nel decreto Semplificazioni. Come ha annunciato la ministra Lucia Azzolina, il commissario per l’emergenza Covid entrerà in gioco anche per la riapertura delle scuole. La nomina non è piaciuta alle opposizioni, con Forza Italia che parla di “mazzata”, Salvini che sostiene che l’obiettivo dell’incarico è solo dargli una poltrona e Meloni che afferma “non c’è mai fine al peggio”.

Ma cosa dovrà fare Arcuri? Lo ha spiegato la titolare dell’Istruzione annunciando la nomina: “Piena soddisfazione per la norma inserita nel Semplificazioni che affida nuove competenze al commissario Arcuri per supportare la riapertura delle scuole a settembre. Una norma scritta e fortemente voluta dal mio ministero. E che permetterà ad esempio di velocizzare l’iter per l’acquisto e la distribuzione degli arredi scolastici, come i banchi singoli di nuova generazione”.

Proprio la ministra, in audizione al Senato, ha spiegato che “la facoltà di
intervenire, in vista della riapertura delle scuole a settembre” per il commissario Arcuri riguarda “l’acquisto, la fornitura e la distribuzione di beni utili a garantire l’avvio dell’anno scolastico in sicurezza. Mi riferisco anche al rinnovo degli arredi scolastici, indicazione già presente nelle Linee guida come misura funzionale al distanziamento e all’innovazione didattica. Per garantire un’azione tempestiva di rinnovo degli arredi nelle scuole che ne avranno bisogno – ha sottolineato la ministra dell’Istruzione – penso ad esempio all’utilizzo di banchi singoli di nuova generazione, il supporto del commissario Arcuri sarà indispensabile, in un’ottica di velocizzazione dei processi burocratici. Per questo motivo confermo la soddisfazione per la nomina suddetta”. La domanda è d’obbligo: serviva un commissario per acquistare dei banchi?

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La fase tre dell'Università: tra forma mista e lezioni in presenza solo nel 2021

Next Article

Azzolina: "Test seriologici per tutto il personale in vista del nuovo anno scolastico"

Related Posts
Leggi di più

Legge sul reclutamento dei docenti: la formazione porterà nelle tasche dei prof più di 6mila euro

Ok al decreto sul Pnrr 2 che individua le nuove regole sul nuovo sistema di formazione per la classe docente: i tecnici del Senato hanno ipotizzato che chi porterà a termine il percorso di aggiornamento avrà un aumento una tantum di circa 6100 euro lordi. Intanto domani nuovo incontro sul rinnovo del contratto collettivo: si va verso un riconoscimento in busta paga di 50 euro netti per tutti.