Appuntamento con Darwin all’ateneo di Perugia

La facoltà di Agraria dell’Università di Perugia ha organizzato una interessante “Darwin Day” per ricordare l’autore della teoria evoluzionista in onore del centenario della sua nascita.
La conferenza programmata dall’ateneo, dal tema “Biodiversità umana e invenzione delle razze”, si terrà nella mattinata del 28 febbraio e nell’Aula Magna della facoltà, e sarà tenuta dal professore Guido Barbujani, ordinario di genetica nell’Università di Ferrara.
Durante il “Darwin Day” si parlerà della storia della classificazione razziale umana che ha inizio nel a partire dal Settecento e che tutt’oggi fa discutere. Né studi anatomici né analisi genetiche sono riuscite ad individuare fra gruppi umani le discontinuità biologiche che permettono di distinguere, ad esempio, fra razze di orangutan.
La conferenza è stata promossa dal CAMS (Centro di Ateneo per i Musei Scientifici) dell’Università di Perugia, in collaborazione con ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali) e con Psiquadro (società che organizza il Perugia Science Fest). Tutte le iniziative sono state realizzate con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Le priorità dell'Aquis: valutazione, merito, trasparenza

Next Article

Premio Ferrero per giovani scrittori

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".