Ancona, studentessa morta in un incidente, sì alla donazione degli organi

stefania 2

Step non ce l’ha fatta. Erano le prime ore di lunedì quando, forse a causa di un colpo di sonno, Stefania Papa si è schiantata contro un muro lungo la strada che collega Osimo con Filottrano, nell’anconetano.

Stefania, 21 anni, studentessa in mediazione linguistica, viaggiava nella sua macchina, una Peugeot 207 di ritorno da una festa. Dietro di lei un’altra vettura con due amiche all’interno. Dopo lo schianto la ragazza è andata subito in coma irreversibile. Le due amiche hanno cercato di intervenire immediatamente, prendendosene cura fino all’arrivo dei soccorsi, ma nulla è cambiato.

In questi due giorni sono stati tanti i gesti di affetto e commozione da parte di amici e conoscenti. Poi, ieri, la morte. I genitori di “Step” hanno dato  il consenso all’espianto degli organi. La salma, dunque, è stata messa a disposizione dei medici.

Distrutta la famiglia: la mamma Rossella, il padre Antonio e il fratello. Il sindaco di Filottrano ha dichiarato il lutto cittadino. Step non ce l’ha fatta, ma  continuerà a vivere in altri corpi.

Raffaele Nappi

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Olimpiadi delle Neuroscienze, per la prima volta anche la Sardegna in gara

Next Article

Harlem Shake, nei guai il bibliotecario di Oxford

Related Posts
Leggi di più

SDA Bocconi tra le prime 7 università al mondo per la formazione dei manager

Pubblicata la Combined Ranking sulla Formazione Manageriale stilata dal Financial Times. L'ateneo milanese si classifica al settimo posto guadagnando per cinque posizioni rispetto alla classifica del 2020. "Premiata la nostra capacità di assicurare il legame e la qualità delle interazioni con le aziende e i partecipanti".