Amazon annuncia il vincitore della scholarship del Festival Internazionale del Giornalismo

Amazon, sponsor principale del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, ha annunciato, per il terzo anno consecutivo, il concorso della scholarship riservata a studenti provenienti da tutta Europa, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, in collaborazione con tre prestigiose testate giornalistiche europee. Amazon annuncia il terzo premio annuale del Festival Internazionale del Giornalismo per studenti universitari in Europa
Gli studenti sono stati invitati a partecipare al concorso inviando una video notizia della durata massima di due minuti sul tema “Una storia di trasformazione grazie alla digitalizzazione e alle nuove tecnologie”.
“Grazie alla scholarship organizzata da Amazon per IJF17, gli studenti universitari d’Europa hanno avuto la possibilità di partecipare al Festival Internazionale del Giornalismo non solo da spettatori, ma anche da protagonisti”, ha dichiarato Alessio Santarelli, Director of Kindle Content EU. “Quest’anno abbiamo invitato gli studenti europei a cogliere il trend della trasformazione digitale che sta cambiando la società e lo stesso mondo giornalistico, e a narrarlo in una video notizia. I contenuti che abbiamo ricevuto sono un contributo interessante al tema della narrazione dell’innovazione.”
Oggi Amazon annuncia il nome del vincitore: Marco Gritti parteciperà al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia a spese di Amazon per tutta la durata della manifestazione (5 – 9 aprile). Il vincitore italiano ha 25 anni e sta studiando presso l’Università di Torino. Ha realizzato una video notizia nell’efficace stile di un telegiornale, mostrando il caso di una startup torinese, L’alveare che dice sì, che ha portato un’innovazione a livello retail pur preservando la filiera corta a Kilometro zero.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

PURINA avvia il programma a sostegno della ricerca sulla relazione uomo-pet

Next Article

#Younguni, l'Università Roma Tre tra le migliori università giovani del mondo

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".