Allarme bambini e adolescenti, vittime di traumi

Dal 15esimo, congresso mondiale di Psichiatria della World Psychiatric Association, emergono dati allarmanti sui traumi infantili e adolescienziali.

Dal 15esimo, congresso mondiale di Psichiatria della World Psychiatric Association, che si svolge a Buenos Aires, emergono dati allarmanti sul numero dei bambini e adolescenti, vittime di traumi, a livello mondiale. Telefono Azzurro evidenzia come  sia necessario un intervento scientifico e mirato per i programmi di intervento.

“Il 26% dei bambini al di sotto dei 4 anni di età è stato testimone o vittima di eventi traumatici, mentre il 52% ne ha vissuto almeno uno prima dei 18. Guerre, attentati terroristici, abusi, violenze e incidenti sono fra le cause più frequenti di trauma e possono causare gravissime conseguenze sulla salute mentale dei bambini e degli adolescenti. A fronte di questi dati, è triste dover constatare come la maggior parte dei programmi di intervento attuati con bambini e adolescenti che ne sono vittima, non possieda alcun fondamento scientifico. Troppo spesso si interviene senza sapere se ciò che si fa sia efficace o dannoso per un bambino”.

Il prof. Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro e Ordinario di Neuropsichiatria Infantile presso l’Università di Modena e Reggio Emilia lancia l’allarme dal Congresso mondiale di psichiatria.

La World Psychiatric Association, presieduta dal professor Mario Maj, ha riunito nella Capitale argentina i più noti psichiatri a livello internazionale, con l’obiettivo di dare una visione d’insieme dei risultati e delle tendenze più promettenti nei vari ambiti d’applicazione della ricerca psichiatrica. Coordinatore di quattro sessioni sulla “Psichiatria infantile e adolescenziale” il professor Caffo ha così spiegato la necessità di interventi efficaci sui temi del trauma e dell’abuso:

“I bambini possono essere profondamente traumatizzati da un abuso, ma anche da eventi come il suicidio di un coetaneo, un incidente d’auto o un terremoto. E date le gravi conseguenze che tali situazioni possono causare sulla loro salute, è necessario promuovere anche in Italia maggiori ricerche sul tema, ma soprattutto occorre sperimentare nuovi modelli di intervento che prendano ad esempio le esperienze già maturate a livello internazionale, a seguito di gravi disastri naturali o attentati terroristici. Telefono Azzurro aiuta i bambini e gli adolescenti collaborando con esperti e centri che a livello internazionale si occupano di traumi: l’obiettivo è diffondere in Italia i modelli di intervento che si sono dimostrati realmente efficaci per far sì che i bambini ricevano le cure migliori”.

Da oltre 24 anni l’Associazione dà ascolto ai bambini e agli adolescenti che hanno vissuto esperienze traumatiche, mantenendo costante la riflessione e la prevenzione sul tema sia ponendo l’attenzione verso le condizioni potenzialmente in grado di minacciare i soggetti più esposti o a rischio, sia con interventi tesi a limitare le conseguenze sul piano psicopatologico dell’esposizione ad un evento traumatico.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Tirocini Schuman al Parlamento Europeo

Next Article

Master in Diritto del lavoro

Related Posts
Leggi di più

Pisa, manganellate agli studenti alla manifestazione per Gaza

Scontri questa mattina nel centro della città toscana durante il corteo in favore della Palestina. Le forze dell'ordine hanno caricato i ragazzi che cercavano di entrare in piazza dei Cavalieri. "Sconcerto" da parte dell'Università.
Leggi di più

Elezioni Europee, ok al voto per gli studenti fuorisede

Via libera in Commissione Affari costituzionali alla proposta di far votare alle prossime elezioni in programma per l'8 e il 9 giugno chi studia in un Comune diverso da quello di residenza. Bisognerà però fare un'apposita richiesta 35 giorni prima.