Al Madre per il pianeta

Da domani al 25 ottobre presso il MADRE di Napoli: “Trasparenze. L’arte per le energie rinovabili”.

L’associazione Fabula in Art ha organizzato la manifestazione artistica “Trasparenze. L’Arte per le Energie Rinnovabili”, una mostra già ospitata da MARCO Testaccio diretto da Luca Massimo Barbero e in esposizione da domani fino al 25 ottobre presso il MADRE, Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina di Napoli, diretto da Eduardo Cicelyn.
Inquinamento, fonti rinnovabili e riduzione delle emissioni di anidride carbonica sono temi di grande attualità che la mostra attraverso opere di artisti italiani ed internazionali mette in risalto attraverso questo “insolito” strumento di comunicazione. Lo scopo è ovviamente quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le amministrazioni a fare di più per il nostro affannato pianeta terra.
La mostra “Trasparenze. L’Arte per le Energie Rinnovabili” è promossa dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero dello Sviluppo Economico, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma, dall’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione – Sovraintendenza ai Beni Culturali e dall’ANEV e ospiterà i lavori di grandi artisti come: Georges Adéagbo, Ackroyd & Harvey, Jota Castro, Alberto Garutti, Christiane Löhr, Liliana Moro, Yoko Ono, Taro Shinoda e Nari Ward.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Unipv, selezioni per 21 giovani

Next Article

Università, in Toscana nasceil vademecum sugli affitti

Related Posts
Leggi di più

Pisa, manganellate agli studenti alla manifestazione per Gaza

Scontri questa mattina nel centro della città toscana durante il corteo in favore della Palestina. Le forze dell'ordine hanno caricato i ragazzi che cercavano di entrare in piazza dei Cavalieri. "Sconcerto" da parte dell'Università.
Leggi di più

Elezioni Europee, ok al voto per gli studenti fuorisede

Via libera in Commissione Affari costituzionali alla proposta di far votare alle prossime elezioni in programma per l'8 e il 9 giugno chi studia in un Comune diverso da quello di residenza. Bisognerà però fare un'apposita richiesta 35 giorni prima.