Accordo Confindustria-Crui8 azioni strategiche per i giovani

Università, ricerca e innovazione tra le priorità del Paese. Per tornare a crescere, i due enti inseriscono nelle loro agende obiettivi comuni e scelte determinanti su cui investire

Un nuovo patto per la crescita. A siglarlo Confindustria e Crui, la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, che a Milano, in Assolombarda, hanno fissato alcune linee guida per l’università, la ricerca e l’innovazione. Otto i punti cardine sul quale si sviluppa l’accordo: orientamento verso le lauree tecnico-scientifiche, ricerca e trasferimento tecnologico, occupabilità dei laureati triennali, dottorato, internazionalizzazione, monitoraggio della riforma sia su reclutamento che su governance e benchmarking internazionale.

“Di fronte a una situazione per il Paese come quella che stiamo attraversando in questi giorni – ha sottolineato il presidente della Crui, Marco Mancini – due attori strategici per lo sviluppo, le imprese e il sistema universitario, costruiscono 8 proposte puntuali e misurabili”. “L’accordo è un altissimo esercizio di autonomia”, ha aggiunto il padrone di casa, il presidente Alberto Meomartini. Tra gli obiettivi dell’accordo, c’è quello di accrescere il numero di studenti italiani che si iscrivono a facoltà tecnico-scientifiche, contribuire alla partecipazione italiana ai programmi europei di R&I, con particolare riferimento alle piccole e medie imprese e alle reti d’impresa.

Inoltre Confindustria e Crui hanno inserito nella loro agenda l’obiettivo di ridurre l’età d’ingresso nel mercato del lavoro da parte dei giovani con titolo di studio terziario ed accrescere il numero dei percorsi di dottorato, tarandoli sulle esigenze reali delle imprese. Si guarda poi all’università, cercando di renderla più attrattiva per studenti e docenti stranieri. Una strada da percorrere potrebbe essere quella di migliorare i processi di reclutamento di docenti e ricercatori, monitorare la governance degli Atenei sulla base dei principi di efficacia ed efficienza nell’utilizzo delle risorse finanziarie e umane e infine identificare le best practice internazionali.

“Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il futuro del Paese, Confindustria e Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, nell’ambito di una consolidata collaborazione, intendono avviare nei prossimi 12 mesi otto azioni strategiche per il rafforzamento del rapporto tra Università e Impresa” spiegano l’associazione degli industriali e la Crui”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giovani campani per rassegna musicale

Next Article

"Emozion-Arti"alla scoperta di sè e degli altri

Related Posts
Leggi di più

Green pass Day, regole controlli e eccezioni

Per i dipendenti che non hanno esibito la certificazione verde all’ingresso del luogo di lavoro è scattata da subito l’assenza ingiustificata e la sospensione dello stipendio, senza perdere il loro rapporto di lavoro, fino all’esibizione del Green pass.