A Napoli: Ipsera 2012

Ventunesima conferenza mondiale di IPSERA, International Purchasing and Supply, Education and Research Association sul tema “Purchasing and Supply Management in a Changing World”.

Fino al 4 aprile Napoli ospiterà la ventunesima conferenza mondiale di IPSERA, International Purchasing and Supply, Education and Research Association sul tema “Purchasing and Supply Management in a Changing World”.

Dopo Ischia nel 1997 e Catania nel 2004, la l’evento organizzato in collaborazione dalle Università Federico II e Parthenope insieme al CNR, vedrà la partecipazione di 200 accademici e professionisti di 50 Paesi.

Diverse le tematiche trattate: strategie aziendali in tema di approvvigionamenti, di evoluzione delle relazioni cliente-fornitore, di sostenibilità socio-ambientale dei supply system, di innovazione nei supply network, di gestione della conoscenza e delle risorse umane nelle relazioni collaborative tra le imprese.

Il Comitato Scientifico della Conferenza è composto da prestigiosi accademici di vari paesi europei ed extraeuropei; del Comitato organizzatore, presieduto dal Prof.Emilio Esposito della Facoltà di Ingegneria dell’Università Federico II, fanno parte tra gli altri i Prof. Renato Passaro (Università Parthenope), Mario Raffa e Corrado Lo Storto (Università Federico II), Pietro Evangelista e Alfonso Morvillo (Irat-Cnr). Nei prossimi due anni la conferenza si terrà in Francia e Sudafrica.

Per maggiori informazioni clicca qui

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Zuckerberg fa la guerra a Google?

Next Article

Bando per un assegnista di ricerca per il progetto “RoboLaw”

Related Posts
Leggi di più

Sapienza, Bologna e Padova le tre migliori università italiane secondo la classifica Artu. Nel mondo a guidare è Harvard

Pubblicata la classifica redatta dall'University of New South Wales di Sydney che unisce in un unico indice i tre ranking mondiali più influenti: Quacquarelli Symonds (Qs), Times Higher Education (The) and the Academic Ranking of World Universities (Arwu). La prima italiana, La Sapienza di Roma, si piazza al 155esimo posto, l'ultima (il Politecnico di Torino) al 370esimo.
Leggi di più

Pronti gli aumenti per le borse di studio: per gli studenti fuori sede ci sono 900 euro in più

Il decreto del Ministero dell'Università che fissa i nuovi criteri per l'assegnazione delle borse di studio è al vaglio della Corte dei conti e sta per entrare in vigore. Previsto un aumento medio di 700 euro per ogni studente ma per alcuni casi gli importi saranno anche superiori: per chi studia lontano da casa e non è assegnatario di un posto letto l'assegno passerà da 5.257,74 a 6.157,74 euro.