A Milano, la nuova università ecologica

share-1.jpgLa macchina lasciatela a casa. Se la vostra destinazione è l’università meglio optare per mezzi pubblici, bici o salutari passeggiate. Ad incoraggiarvi ci saranno biglietti e abbonamenti ridotti e integrati da utilizzare su tutta la rete dei trasporti e nuovi servizi di mobilità come il bike sharing, il car pooling e il car sharing. Azioni concrete che offrono alternative all’uso dell’auto privata.
Così il Comune e i sette atenei milanesi (Statale, Bicocca, Bocconi, Politecnico, Accademia di Brera, Iulm e Cattolica) hanno deciso di promuovere la mobilità sostenibile tra gli studenti, ma anche tra i docenti e il personale amministrativo.
“Comune e università milanesi collaborano per una mobilità sostenibile e un ambiente migliore con interventi a favore di studenti, docenti e personale universitario – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente, Edoardo Croci – promuovendo l’utilizzo del trasporto pubblico, carsharing, carpooling, bike sharing e realizzando interventi di ciclabilità e pedonalità”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Serata di solidarietà per L'Aquila

Next Article

"Casa dello Studente Parte Civile"

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.