Inghilterra, formazione contro la crisi

london2.jpgBoom di iscritti negli atenei britannici: aumenta del 20% il numero di post diplomati pronti a mettere piede in università. E in alcune facoltà si registrano picchi del 40%. L’alta formazione diventa l’ultima speranza per combattere la crisi, almeno così sembra pensarla il popolo inglese.
A sottolineare l’aumento esponenziale delle matricole è Million+, il gruppo che riunisce i nuovi atenei britannici. Solo l’anno scorso erano stati 150mila gli studenti che avevano imboccato la via dell’alta formazione senza ottenere un risultato positivo. Circa 480 mila erano invece riusciti ad iscriversi.
“Dobbiamo avvertire che quest’anno sarà difficile, prevediamo una situazione peggiore dello scorso anno, – ha affermato Les Ebdon, presidente di Million+ e vicerettore dell’Università del Bedforshire”. L’anno scorso, infatti, mentre il sistema universitario inglese cercava di incentivare le iscrizioni si riducevano per ragioni finanziarie i posti disponibili. Secondo Edbon saranno circa 200mila giovani respinti dal sistema universitario.
“Il boom – si legge dalle pagine del il Sole 24Ore, che già ieri riportava la notizia – è dovuto al fatto che decine di migliaia di giovani scelgono di proseguire gli studi perché temono di non trovare lavoro, oppure optano per la laurea perché hanno tentato di trovare impiego ma non ci sono riusciti in una fase di disoccupazione in aumento”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Orizzonti universitari

Next Article

Tecnici per emittente televisiva a L'Aquila

Related Posts
Leggi di più

La versione di Seneca, talebani e Martin Luter King: ecco le tracce più scelte dalle scuole per la seconda prova della maturità

Ieri i 520mila studenti che hanno svolto la seconda prova dell'esame di maturità hanno impiegato in media tra le 4 e le 6 ore. Seneca e Tacito i più gettonati nei licei classici. I risultati avranno un peso minore rispetto al passato (solo 10 su 100). Il ministro Bianchi: "L'anno prossimo torneremo alla vecchia impostazione ma disponibile ad introdurre ulteriori novità".