Cnr assunzioni in vista per 485 ricercatori

ricercatori1.pngAl Cnr arriva una ondata di assunzioni straordinarie. Dopo anni di blocco reclutamenti ad essere “arruolati” al Consiglio nazionale delle ricerche saranno 485 ricercatori a tempo indeterminato. Bandi di concorso speciali, nati grazie al finanziamento del Miur in base alla legge ad hoc numero 129 del 2008.
A parlare di “un’iniezione di fiducia e forze nuove, vera linfa per il Cnr”, è il Presidente dell’ente Luciano Maiani. “Un’inversione di tendenza dopo anni di blocco dei reclutamenti”.
I bandi in tutto sono nove. In Piemonte, Liguria e Lombardia sono 87 i posti disponibili; in Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia 37; 36 in Emilia Romagna e Marche; 82 in Toscana; in Abruzzo, Lazio e Umbria 81; 65 in Campania; 50 tra Basilicata, Calabria e Puglia; 30 in Sicilia e 17 in Sardegna.
Le discipline interessate abbracciano l’intero arco di attività del Cnr: dalla chimica all’ambiente, dalla medicina alle scienze naturali e agrarie, dalla matematica alla fisica e all’energia. Opportunità anche per informatica e scienze ingegneristiche, e ampi spazi alle discipline umanistiche come la tutela del patrimonio artistico, le scienze economiche, giuridiche e storiche.
Nell’ambito di questi settori, i maggiori spazi per ricercatori in cerca di lavoro, in Italia e all’estero, sono offerti da: bioinformatica applicata alla medicina, fotonica, nanoscienze e nanotecnologie, internet del futuro, chimica e agricoltura sostenibili, farmaci personalizzati, studio del clima, dell’inquinamento e prevenzione dei rischi ambientali. Allo scadere dei termini per la partecipazione ai bandi partiranno la fase di valutazione delle domande e la formazione delle Commissioni, che dovrebbero richiedere tra i 6 e i 12 mesi.
I posti, per ricercatori di III livello, sono finanziati dal Ministero dell’Istruzione, università e ricerca (Miur) e articolati per aree geografiche. La scadenza è fissata al prossimo 8 febbraio

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Da Nostradamus a parentopoli…

Next Article

750 animatori in partenza da febbraio

Related Posts
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.