5.000 borse di studio per imparare le lingue

In arrivo 5mila borse di studio dedicate all’apprendimento di una lingua straniera per studenti che non abbiano più di 23 anni. È stato pubblicato dall’Inps il bando di concorso ‘Corso di lingue in Italia’ con l’obiettivo di sostenere gli esami per ottenere la certificazione del livello di conoscenza della lingua, in base al Quadro Comune Europeo di Riferimento (CEFR) 2018.
Il bando, si legge sul sito dell’istituto di previdenza, “è rivolto ai figli e agli orfani equiparati dei dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali (ex Fondo Credito) e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici (GDP)”. Possono partecipare al concorso “gli studenti che hanno frequentato nell’anno scolastico 2017-2018 gli ultimi due anni della scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado”.

Laurea in Lingue

Si tratta, nello specifico, di un massimo di 500 borse per ragazzi della classe quarta e quinta della scuola primaria; fino a 1.500 borse per ragazzi della scuola secondaria di primo grado (scuola media); e fino a 3.000 borse per chi ha frequentato la scuola secondaria di secondo grado (superiori).
In arrivo 5mila borse di studio dedicate all’apprendimento di una lingua straniera per studenti che non abbiano più di 23 anni. È stato pubblicato dall’Inps il bando di concorso ‘Corso di lingue in Italia’ con l’obiettivo di sostenere gli esami per ottenere la certificazione del livello di conoscenza della lingua, in base al Quadro Comune Europeo di Riferimento (CEFR) 2018.
Il bando, si legge sul sito dell’istituto di previdenza, “è rivolto ai figli e agli orfani equiparati dei dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali (ex Fondo Credito) e dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici (GDP)”.
Possono partecipare al concorso “gli studenti che hanno frequentato nell’anno scolastico 2017-2018 gli ultimi due anni della scuola primaria e la scuola secondaria di primo e secondo grado”. Si tratta, nello specifico, di un massimo di 500 borse per ragazzi della classe quarta e quinta della scuola primaria; fino a 1.500 borse per ragazzi della scuola secondaria di primo grado (scuola media); e fino a 3.000 borse per chi ha frequentato la scuola secondaria di secondo grado (superiori).

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fine dell’erasmus

Next Article

Oltre 20 borse di studio per gli studenti che scelgono Roma

Related Posts
Leggi di più

Il mondo della comunicazione è sempre più giovane: il 53% degli occupati è under 35

Un dipendente su due che lavora nel mondo della comunicazione ha meno di 35 anni. E' quanto emerge da un'indagine condotta su un campione di 172 aziende e condotta da Una, Aziende della comunicazione unite, e Almed, Alta Scuola in Comunicazione, Media e Spettacolo, dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Negli ultimi anni c'è stato un calo dell'occupazione femminile.