45 borse di studio per diventare funzionario europeo

Quarantacinque borse di studio della durata di un anno da 8.100 euro. Un istituto prestigiosissimo nel cuore dell’Europa attivo sin dal 1948. Corsi di studio in inglese e francese promossi dall’Ufficio degli Affari Esteri. Possibilità di diventare un funzionario Ue a tutti gli effetti.

È quanto prevede un bando pubblicato dal sito del ministero degli Esteri, che dà la possibilità a 45 giovani laureandi e neolaureati di approfondire in maniera prestigiosa i loro studi in materie giuridiche, economiche e politico-amministrative.

Come sempre più di frequente, è richiesta un’ottima conoscenza della lingua inglese, insieme al francese. I corsi del Collegio d’Europa, che si svolgeranno nella sede di Bruges e in quella di Natolin, prenderanno il via nel settembre del 2013 e si chiuderanno a giugno 2014.

 I docenti provengono dall’intero Vecchio Continente e affronteranno, oltre alle materie già stabilite, svariati temi che vanno dall’allargamento dell’Unione fino alla situazione dell’Europa dell’Est.

Sono ammessi anche i laureandi, purché conseguano il titolo entro il 31 luglio 2013.

Per candidarsi occorre presentare la propria domanda sul sito www.coleurope.eu e inviarla a mezzo posta anche al Collegio d’Europa (Admissions Office, College of Europe, Dijver 11, BE-8000 Brugge, Belgium).

Dopo una prima selezione sulla base dei titoli delle domande arrivate, i candidati risultati idonei saranno convocati dal ministero degli Affari Esteri per un colloquio in inglese e francese. Tutte le domande vanno comunque presentate entro il 15 gennaio 2013.

 Per maggiori informazioni consultate il sito del Collegio d’Europa https://www.coleurope.eu/website/study/admission/apply-online

 Oppure scarica il bando del ministero degli Esteri https://www.esteri.it/MAE/opportunita/Di_studio/Elenco_Paesi_Istituzioni_Offerenti/2012/COLLEGIO_D_EUROPA_2013_upd.pdf

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Al prof. Ventre il Premio Anassilaos

Next Article

Al MAXXI L'italia di Corbusier in mostra

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.