130.000 euro per tre startup innovative: tempo fino al 3 novembre

Fondazione Bracco lancia la seconda edizione del bando Start To Be Circular dedicato all’economia circolare e alla giovane imprenditorialità. Obiettivo è promuovere la transizione verso una crescita sostenibile attraverso iniziative imprenditoriali che impattino su importanti fasi del ciclo economico-produttivo. 
In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Fondazione Bracco con Fondazione Giuseppina Mai di Confindustria e Banca Prossima e con il supporto del Comune di Milano, dell’incubatore Speed Mi Up, di Fondazione Italiana Accenture e di Federchimica, nell’ambito del progettoDiventerò apre il bando Start To Be Circular dedicato a startup impegnate in economia circolare.
Il valore massimo complessivo del bando è di oltre 130.000 euro, i premi saranno assegnati alle tre startup più meritevoli selezionate da una Giuria di esperti. Oltre a un premio in denaro, il bando mette in palio un percorso di incubazione per ciascuno dei vincitori e la possibile erogazione di finanziamenti. Scadenza prevista per il 3 novembre. Per info: https://fondazionebracco.speedmiup.it/

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Ingegnere informatico in Lussemburgo

Next Article

La rassegna stampa di lunedì 28 agosto

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.