Voto in condotta: 6

Durante il videoforum di Repubblica la ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha affrontato diverse tematiche tra cui il bullismo: “siamo in una fase in cui abbiamo moltissimi casi di bullismo, soprattutto dentro la scuola. Il sei in condotta quindi è un ulteriore segno di una battaglia di civiltà e culturale, di come si sta in classe”. È evidente che il sei in condotta non possa essere l’unico strumento contro un fenomeno che, sempre più, colpisce le nostre scuole; serve prevenzione, progettualità e creatività come quella mostrata dalla scuola secondaria di 1° grado “Baldacchini-Manzoni” di Barletta che ha creato un video “A scuola di democrazia” oppure la lezione dei “Mabasta”, movimento anti-bullismo animato da studenti dell’istituto “Galieli-Costa” di Lecce, o ancora il progetto promosso dalla scuola di Castel Mella in collaborazione con la Polizia Statale.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Stipendi docenti

Next Article

Identikit dello studente italiano

Related Posts
Leggi di più

“Vietato salire sull’aereo con i ventilatori polmonari”: Ryanair nega il volo a una dottoranda che deve andare a discutere la tesi

L'incredibile storia capitata a Paola Tricomi, studentessa siciliana della Normale di Pisa che tra qualche giorno dovrà discutere la tesi di dottorato. La compagnia aerea le ha negato la possibilità portare a bordo i due ventilatori polmonari che le servono per respirare. Dopo la mobilitazione sul web la società irlandese ha fatto marcia indietro: "E' stato un equivoco".
Leggi di più

Ucraina, niente vacanze estive per gli studenti di Mariupol: “Russi iniziano la loro propaganda a scuola”

L'occupazione russa della città simbolo della guerra in Ucraina comincia ad avere le prime ripercussioni: gli studenti non faranno le vacanze estive e andranno a scuola fino al 1 settembre. Secondo il governo di Kiev l'esercito di Putin vuole de-ucrainizzare gli scolari e prepararli al curriculum russo che dovranno studiare il prossimo anno scolastico.