Uomo 2.0

Progetto “Uomo 2.0”: laboratori dell’Accademia di Belle Arti presso l’ Istituto francese a Napoli. Un viaggio nelle potenzialità dell’uomo.

Nell’ambito del programma di collaborazione tra l’Accademia di Belle Arti e gli Istituti culturali stranieri a Napoli, l’Istituto Francese di Napoli si è associato strettamente al progetto « Uomo 2.0 ». La collaborazione è stata siglata tra il direttore del Grenoble Fabrice Morio e il Direttore Giovanna Cassese nel novembre scorso. Il coordinamento dell’operazione artistica è del Prof. Franz Iandolo, oordinatore della Scuola di Nuove Tecnologie.

Questo progetto è in piccola parte, e per ciò che concerne gli artisti e gli specialisti, un viaggio nelle potenzialità dell’uomo. Per questo viaggio, gli ideatori (docenti del Corso Nuove Technologie: Adriana De Manes, Maurizio Chiantone, Salvatore Manzi, Pasquale Napolitano, Massimo Vicinanza , Franz Iandolo e circa 230 allievi che si sono alternati nei lavori) hanno preparato dei micro-laboratori sparsi nello storico palazzo dell’Istituto Francese. Nell’entrata sarete sorpresi di vedere la grande scala trasformata in un cuore formato da centinaia di foto degli studenti (in foto).

Durante la settimana dal 23 al 28 maggio il pubblico ha scoperto questo lavoro in evoluzione tanto più che diventa lui stesso attore del dispositivo installato.
Numerosi visitatori sono già stati sedotti ed entusiasmati da questo lavoro di ricerca originale e ludico, frutto di un intenso lavoro di sperimentazione e innovazione nel campo dei nuovi media integrati.

Oggi, sabato 28 maggio gli studenti saranno sul posto con i loro « flash labs » per condividere con il pubblico la ricerca di nuove ipotesi sull’Uomo 2.0. Dalle 10 alle 12 e poi dalle 16 alle 22 tutti i dispositivi saranno operativi compreso quello del giardino all’interno dell’Istituto, chiamato « animaLED », che darà l’impressione di entrare in una foresta magica popolata da piccole creature luminose..

Le direzioni del Grenoble e dell’Accademia vi invitano a non mancare questa incredibile esperienza artistica coinvolgente e intrigante

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Prevenzione alla Sapienza

Next Article

Acqua Pubblica: perchè?Annullato l'incontro

Related Posts
Leggi di più

Rientro dei cervelli in fuga, la ministra Messa ci crede: “Abbiamo messo sul piatto 600 milioni di euro”

In Senato la ministra dell'Università ha confermato l'importante stanziamento del Governo grazie ai fondi del PNRR riguardo al programma di rientro dei ricercatori italiani che sono andati a lavorare all'estero. E sul no della Gran Bretagna per il visto speciale per i nostri laureati: "Noi siamo diversi da loro e accogliamo chiunque abbia le capacità di innovare".