Università, studenti, lavoro

Il 19 febbraio giornata di orientamento e alta formazione alla Parthenope.

Il 19 Febbraio presso l’università degli studi di Napoli “Parthenope”, l’ufficio Placement e la Manpower presenteranno una giornata di orientamento al lavoro e alla formazione.
L’iniziativa è tesa a far sviluppare una maggiore consapevolezza del mercato del lavoro campano, dei possibili sbocchi occupazionali e delle opportunità formative offerte dalla Manpower.
L’università da tempo non punta più solo all’orientamento delle future matricole nel momento della scelta universitaria, ma anche dei giovani studenti universitari che dovranno affrontare il mondo del lavoro e della formazione postlaurea.
Tanti i dubbi e le perplessità degli studenti: quali porte potrà aprirmi la mia laurea? Che professione potrei intraprendere? Soprattutto sul territorio campano il mio profilo professionale è appetibile?! Dovrò continuare a formarmi anche dopo la Laurea? Quale percorso formativo potrei intraprendere? Questi interrogativi e molti altri determinano l’esigenza di creare sempre più un ponte tra coloro che si occupano di selezione, formazione e mercato del lavoro e gli studenti. Il seminario realizza questo connubio attraverso il coinvolgimento di una delle prime agenzie di lavoro presenti in Italia, divenuta negli anni leader mondiale nel settore delle risorse umane in un mondo del lavoro in continuo cambiamento.
L’incontro è aperto a tutti gli studenti delle facoltà previo invio una prenotazione all’indirizzo: [email protected]

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Innovazione: quarta tappa

Next Article

Lavoro: cultura della sicurezza

Related Posts
Leggi di più

Green pass, Corte Costituzionale boccia il conflitto di attribuzione sollevato da 27mila docenti e studenti

Un avvocato e docente universitario genovese - in proprio e in qualità di rappresentante di 27.252 docenti, studenti e membri del personale scolastico e universitario - aveva sollevato il conflitto sull'omesso esame di una petizione in cui si chiedeva di non convertire in legge il decreto-legge che ha introdotto l’obbligo di green pass nelle scuole e nelle Università. La Corte: "I firmatari di una petizione non sono titolari di funzioni costituzionali"