Università: Settis, fuga cervelli errore madornale

(ANSA) – CAMPOBASSO, 3 FEB – “Purtroppo negli ultimi anni i nostri giovani più bravi vanno all’estero e noi li ‘regaliamo’ come un vero dono impacchettato perché abbiamo pagato sui fondi pubblici per una formazione di altissimo livello e poi non riusciamo a fargli trovare un lavoro”. Lo ha detto Salvatore Settis, archeologo, Accademico dei Lincei e presidente del Consiglio scientifico del Louvre, oggi a Campobasso per partecipare all’inaugurazione dell’Anno accademico dell’Università del Molise.
“È un errore madornale – ha aggiunto – che fa parte di una concezione della cultura come marginale che purtroppo la nostra politica ha elaborato e condiviso per pigrizia o per ignoranza”.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La ministra Luciana Lamorgese all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Foggia

Next Article

Università degli Studi di Milano: concorsi per nuove assunzioni

Related Posts
Leggi di più

Un fondo per le iniziative degli atenei sulla legalità: “I giovani non sanno chi erano Falcone e Borsellino”

Presentato al Senato il fondo di 1 milione di euro a disposizione delle università italiane per diffondere le cultura delle legalità con seminari ed incontri. La ministra Maria Cristina Messa: "In questo modo rendiamo organiche iniziative che fino ad oggi erano state solo sporadiche e lasciate alla volontà di ogni singolo ateneo".
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.