Università, in un video la ricetta per muoversi senza inquinare

L’appello dell’Insubria che invita studenti, professori e tecnici a partecipare al concorso promosso da “U-mob Life” tra gli atenei italiani
Per molti studenti raggiungere l’università a bordo dei mezzi pubblici è scomodo e difficile. La scarsità di tratte e la paura di ritardi spesso convincono i giovani a optare per l’automobile. Questo genera traffico, difficoltà nel trovare parcheggio e tanto inquinamento. L’Università dell’Insubria ha quindi invitato tutti coloro che frequentano l’ateneo a partecipare a un concorso video sul tema della mobilità sostenibile e l’accessibilità nelle università italiane.
I partecipanti al concorso dovranno girare un breve video di 1-3 minuti per raccontare problemi e vantaggi dei vari mezzi di trasporto e perché no? Proporre soluzioni alternative. La partecipazione è aperta a studenti, neo-laureati, ricercatori, docenti e personale tecnico amministrativo dell’Università dell’Insubria. L’iscrizione e gli elaborati, dovranno essere consegnati entro il 28 febbraio.
Il risultato del concorso sarà deciso da una giuria, che prenderà in considerazione: il contenuto, il messaggio, la creatività, nonché la qualità dell’immagine e del suono. Per maggiori informazioni (https://www.uninsubria.it/opportunita/concorso-premi-u-mob-video-sullaccessibilità-e-la-mobilità-sostenibile).
L’iniziativa si svolgerà in collaborazione con l’Università d Bergamo e rientra nel progetto “U-mob Life”. Finanziato dalla Commissione europea, “U-mob Life” è un programma con l’obiettivo di promuovere la collaborazione tra le università europee per raggiungere una mobilità più rispettosa dell’ambiente, integrata e efficiente a livello economico.
varesenews

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Fatima Al-Fihriya: la donna che fondò la più antica Università del mondo

Next Article

Manfredi: “Dobbiamo portare le nostre università all’estero”

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".