Università di Pisa, la battaglia di Sinistra Per

Sinistra Per

Polemiche al Consiglio degli Studenti dell’Università di Pisa. Da una parte il Rettore, dall’altra gli iscritti. Il motivo della contesa la restituzione delle tasse sforate da parte dell’Ateneo, che ammonterebbero a più di 4 milioni di euro. La discussione si è spostata anche sul modello di contribuzione dei prossimi anni.

In merito allo sforamento, il Rettore ha confermato la posizione già espressa anche pubblicamente, secondo la quale la restituzione monetaria è difficile e “costosa” per l’Ateneo, visto che quei soldi sono stati già investiti.

Per quello che ci riguarda – scrivono in una nota gli studenti di Sinistra Per –  continuiamo a ritenere la restituzione l’unica via percorribile, per evitare di avallare l’idea per la quale le Amministrazioni degli atenei per garantire (o aumentare) i servizi debbano aumentare le tasse agli studenti.

Inoltre a causa della Spending Review – prosegue la nota – , che va a togliere la contribuzione dei fuori-corso dal calcolo del 20%, il rapporto tasse e entrate ministeriali crolla di quasi la metà: quello che era uno sforamento del 22% nel 2011 rientrerà nella norma fermandosi al 12,4%, stessa cosa per il 2012 con un passaggio dal 18,2% all’11,5%. E’ evidente che, in questo modo, il limite del 20% diviene puramente simbolico e inefficace, consentendo teoricamente al nostro Ateneo di poter quasi raddoppiare le tasse agli studenti regolari e aumentarle ancora di più per i fuori-corso.

Su questo, c’è stato da parte del Rettore l’impegno non solo a non aumentare le tasse per gli studenti regolari, ma a sospendere con una moratoria l’aumento già previsto, in vista del prossimo anno accademico, per i fuori-corso. Una prima vittoria che però non ci basta – sottolineano gli studenti -, perché l’eliminazione dell’aumento deve essere definitiva.

Attendiamo che la mozione approvata all’unanimità in Consiglio degli Studenti, arrivi in Senato e in CdA – conclude Sinistra Per – , dove l’amministrazione e gli organi saranno chiamati a rispondere.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

24 tirocini retribuiti per diplomati e laureati

Next Article

Decreto del fare: fino a 40mila borse di studio in più

Related Posts
Leggi di più

Intervista alla senatrice Elena Cattaneo: “Denunciare ogni condotta che tradisce l’etica e la dignità accademica”

"Mi rendo conto che può non essere facile, ma finché non scatterà in ognuno di noi la molla per contribuire al cambiamento, ne usciremo tutti sconfitti, compreso chi penserà di averla fatta franca, di aver vinto", afferma la senatrice e prof.ssa ordinaria di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano, che racconta un suo episodio personale