Università di Padova, esame online “comprato”: sospese due studentesse

Due studentesse dell’Università di Padova avrebbero pagato una perdona per fare un esame al posto loro.

Come riporta ‘il mattino di Padova’ sarebbe stato un professore ad insospettirsi e a far partire l’indagine. Il fatto si riferisce alla sessione d’esame di settembre: due ragazze che frequentano una facoltà scientifica avrebbero appunto pagato un loro conoscente affinchè svolgesse al posto loro un esame scritto online. Tutto sembrava filare liscio, ma al Professore non è scappato che i due compiti fossero pressochè uguali e così ha convocato le due per la conferma del voto con la prova orale e proprio in quel momento avrebbero confessato.

Le due ragazze sono così state sospese per 3 mesi dagli appelli d’esame ma potranno comunque frequentare le lezioni.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Flop assunzioni ferme meno di 20 mila: 65 mila cattedre vacanti

Next Article

Come far diventare la tua idea una startup

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.