Università di Milano: concorso pubblico per 26 ricercatori

L’Università di Milano ha aperto un bando per il reclutamento di 26 ricercatori a tempo determinato. I selezionati riceveranno incarichi di ricerca e docenza validi per tre anni. Diversi i profili e le specializzazioni ricercate.
In particolare, i dipartimenti coinvolti nella selezione sono: I Dipartimenti coinvolti sono: bioscienze; biotecnologie mediche e medicina traslazionale; chimica; diritto pubblico italiano e sovranazionale; economia, management e metodi quantitativi; filosofia; fisiopatologia medico-chirurgica e dei trapianti; informatica; matematica (federigo enriques); scienze agrarie e ambientali – produzione, territorio, agroenergia; scienze biomediche per la salute; scienze cliniche e di comunità; scienze della mediazione linguistica e di studi interculturali; scienze della salute; scienze della terra (a. desio); scienze farmacologiche e biomolecolari; scienze giuridiche (cesare beccaria); scienze per gli alimenti, la nutrizione e l’ambiente; scienze sociali e politiche; scienze veterinarie per la salute, la produzione animale e la sicurezza alimentare; studi internazionali, giuridici e storico – politici; studi letterari, filologici e linguistici; studi storici.
Requisiti necessari per partecipare alla selezione sono il possesso di uno dei seguenti titoli: dottore di ricerca o titolo equivalente relativo all’area di inserimento; diploma di specializzazione medica (per l’area medica); laurea magistrale o equivalente, unitamente ad un curriculum scientifico professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca, ai sensi dell’art. 29 comma 13 della legge 240/2010.
Non sono ammessi a partecipare i soggetti già assunti a tempo indeterminato come professori di I o II fascia o ricercatori universitari, oltre a coloro che hanno un grado di parentela o affinità, entro il quarto grado compreso, con un professore appartenente al Dipartimento per il quale si richiede il posto, ovvero con il Rettore, il Direttore Generale o un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.
A valutare i candidati sarà una Commissione scentifica che prenderà in esame il Curriculum, i titoli, la produzione scientifica e quella di dottorato dei singoli candidati. Nel bando viene specificato, inoltre, che la Commissione terrà in considerazione la produttività dei candidati nei tempi considerati.
Scadenza per partecipare fissata al 20 Aprile 2015. Entro questa data, i partecipanti dovranno presentare domanda compilando l’apposito form e inviarlo tramite:  PEC Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: [email protected] solo ed esclusivamente da un’altra casella PEC oppure tramite consegna a mano o tramite corriere all’Ufficio Valutazioni Comparative Personale Docente e Ricercatori di questo Ateneo – via S. Antonio, 12 – Milano, II piano, nei giorni e negli orari seguenti: dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 11.30 e dalle 14.00 alle 15.30 o, infine, inviandola a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al Rettore dell’Ateneo – via Festa del Perdono, 7 – 20122 – Milano.
I candidati, ad eccezione di coloro che abbiano inviato la domanda mediante PEC, hanno l’obbligo di inviare all’indirizzo di posta elettronica [email protected] copia datata e firmata del Curriculum Vitae allegato alla domanda in formato pdf con l’indicazione del codice concorso cui si riferisce.
Alla domanda di partecipazione vanno, inoltre allgati i seguenti documenti: fotocopia della carta di identità e del codice fiscale; Curriculum Vitae, non eccedente le 30 pagine; dichiarazione resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 per le consegne a mano o tramite posta; elenco numerato, datato e firmato, delle pubblicazioni presentate con l’indicazione del nome degli autori, del titolo, della casa editrice, della data e del luogo di edizione oppure del titolo, del numero della raccolta o del volume e dell’anno di riferimento; pubblicazioni in formato digitale; dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la conformità all’originale delle pubblicazioni; copia della ricevuta del versamento di 25,82 € come tassa di partecipazione al concorso.
Per maggiori informazioni e per scaricare tutti gli allegati necessari a partecipare vi rimandiamo al Bando di concorso.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Giovani: uno su due vive con i genitori fino ai 34 anni

Next Article

La carica della 101 enne

Related Posts
Leggi di più

Giovani italiani divisi tra Neet e piccoli imprenditori: in entrambi i campi abbiamo il record europeo

Rilevazione di Confartigianato sulla situazione lavorativa dei giovani nel nostro Paese. Ci sono 123.321 imprese artigiane con a capo un under 35 ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal 23% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che non studia e non lavora. In Campania e in Calabria sono 1 su 3. "Le aziende fanno fatica a trovare lavoratori con competenze digitali e green".
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.