La carica della 101 enne

Arriva da Bologna la storia della signora Giovanna Simoni. Ed è una storia d’amore verso l’Università e ciò che rappresenta. La signora, 101 anni, si è laureata all’Alma Mater, in Matematica, nel 1936. Ora ha deciso di donare due borse di studio, da 2.500 euro l’una, destinate a studenti iscritti ai corsi di laurea di primo livello e a studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale della Scuola di Scienze Politiche, nell’anno accademico 2013/2014.
Per questo le sono arriveti direttamente i ringraziamenti del Rettore Ivano Dionigi, del Prorettore per gli studenti, Roberto Nicoletti. Che l’hanno invitata come testimonial d’eccezione a “Reunion”, il mega raduno di ex studenti organizzato nel capoluogo emiliano dal 19 al 21 giugno.
Le borse sono dedicate alla memoria del figlio, Giovanni Scabia, laureato appunto in Scienze Politiche, sempre a Bologna. I premi sono stati vinti da Viola Bianchetti, iscritta al secondo anno del corso di laurea in Scienze Politiche Sociali e Internazionali, e Floriana Pizzo, iscritta al primo anno del corso di laurea magistrale in Cooperazione Internazionale Tutela dei Diritti Umani e dei Beni Etno-culturali.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Università di Milano: concorso pubblico per 26 ricercatori

Next Article

#laverascuola: petizione degli insegnanti contro la Buona Scuola di Renzi

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.