Università di Cosenza – Quattro arresti per spaccio: tra gli acquirenti molti studenti e dipendenti dell’Ateneo

droga_settimo

Quasi tre chili di droga sequestrati dalla Guardia di Finanza. E’ questo il bottino sottratto agli spacciatori cosentini, in azione nel capoluogo calabrese. Gli uomini spacciavano alle fermate degli autobus e a ridosso dell’Università.

A finire in carcere sono Francesco Bartolomeo, di 23 anni, e Dario Greco (29); sono stati posti ai domiciliari Andrea D’Addino, di 20 anni, e Nucci Rodolfo (22). Tra gli acquirenti anche molti professionisti, tra cui dipendenti stessi e studenti dell’Università.

 

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Cinquanta idee di sviluppo: così riparte il Paese

Next Article

Test d'ammissione truccati: 26 rinviati a giudizio. Coinvolte le Università di Napoli, Bari, Foggia e Verona

Related Posts
Leggi di più

Ricerca, online il bando del Ministero per finanziare i progetti di interesse nazionale. Messa: “Pronti 749 milioni di euro”

E' online il bando, finanziato in parte con le risorse del PNRR, che stanzia quasi 750 milioni di euro per lo sviluppo della ricerca italiana. Dei 749 milioni, circa 223 milioni - il 30% del totale - sono destinati a progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Il ministro Messa: "Vogliamo incentivare i giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base".
Leggi di più

Percorsi di studio “transnazionali” e un’unica carta dei diritti per gli studenti: ecco l’università “europea” immaginata dalla ministra Messa

Dopo 23 anni dalla Dichiarazione di Bologna, i ministri europei dell'Università si sono ritrovati a Parigi per ridisegnare il futuro dell'istruzione accademica. La ministra Maria Cristina Messa: "Obiettivo è creare un'offerta transnazionale, internazionalizzando i percorsi di studio e disponendo una carta europea dello studente".