Univaq: arrivano gli incentivi

home21.jpghome21.jpghome21.jpgSi lavora all’università dell’Aquila nonostante il caldo. E una bella notizia già c’è: almeno gli studenti le tasse non le pagheranno. Tre anni di esenzioni sono infatti previsti per tutti quelli che si iscriveranno all’ateneo abruzzese, con la garanzia degli standard di formazione su tutte e nove le facoltà.
Fattori che fanno ben sperare in una veloce ripresa dell’ateneo e sui quali il rettore, Ferdinando Di Orio, fa leva per rilanciare il prossimo anno accademico. Tra due mesi si ritornerà in aula e l’università è pronta a partire. Non si aspetterà oltre e gran parte dei corsi di laurea inizieranno nel prossimo mese di ottobre.
Tra le “buone novelle” c’è anche l’approvazione da parte del Senato accademico del piano di ricollocazione delle facoltà: “si tratta – ha ricordato il rettore nei nuovi uffici del governance all’interno della Reiss Romoli – di collocazioni per lo più provvisorie in quanto l’ università sta lavorando a dei progetti di insediamento stabile”.
Di Orio ha poi annunciato che presto verrà dato l’avvio ai lavori del campus di Cansatessa, un’iniziativa che verrà sostenuta con 40 milioni di euro provenienti dal Cipe sui 70 previsti complessivamente. Questo finanziamento, richiesto dal Rettore Ferdinando Di Orio e dal Presidente della Regione Abruzzo Gianni Chiodi, è una prima assegnazione degli 89 milioni di euro che il Governo ha messo a disposizione dell’Ateneo abruzzese. “Grazie a questo impegno – sottolineano dal Ministero dell’istruzione – l’Università dell’Aquila potrà dotarsi di strutture nuove e più funzionali che garantiranno pienamente lo svolgimento dell’attività didattiche, della ricerca e il funzionamento dei laboratori dell’Ateneo”.
I lavori comunque proseguiranno anche per la realizzazione del nuovo polo universitario a San Basilio all’ interno del vecchio complesso ospedaliero del San Salvatore e sul diritto allo studio ha annunciato che saranno disponibili per la Dsu 130 posti letto da riservare agli studenti. I posti potranno poi aumentare fino a 180.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Classifica atenei, "ripescata" Unifi

Next Article

Unicam, a congresso 500 scienziati

Related Posts
Leggi di più

Maturità senza mascherine? Si apre uno spiraglio: “Con pochi contagi a giugno si possono eliminare”

Continua il dibattito sull'eliminazione delle mascherine a scuola. L'Italia è l'unico Paese in Europa che ha mantenuto l'obbligo di indossarle in classe per gli studenti ma cresce il pressing per eliminarle almeno durante gli esami di maturità e quelli della scuola media. Gli esperti: "Se il tasso di positività si abbasserà dall'attuale 13% al 10% ai primi di giugno allora potremo ragionare sull'eliminazione"
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.