Traduzione e doppiaggio per la comunicazione internazionale

Aperte le iscrizioni per il Corso di Alta Formazione in TRADUZIONE SPECIALIZZATA, DOPPIAGGIO E LINGUE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE.

Aperte le iscrizioni per il Corso di Alta Formazione in TRADUZIONE SPECIALIZZATA, DOPPIAGGIO E LINGUE PER LA COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE presso il Dipartimento delle Politiche Pubbliche della Sapienza Università di Roma.

Il corso  è stato istituito al fine di venire incontro alle richieste di conoscenza e approfondimento nel campo dei linguaggi speciali (giuridico, scientifico, economico, informatico e della multimedialità).

Compatibile con altri ricorsi universitari, il Corso attribuisce 20 CFU e assegna punteggio valido per numerosi concorsi nazionali e internazionali.

Per maggiori informazioni rivolgersi alla   Segreteria Organizzativa, al numero 0649910182 , al numero 340 2797647
o scrivere all’indirizzo elettronico: [email protected] e consultare il sito www.eurolinguistica-sud.org .

Invest in English for Special Purpose. It’s time to act!

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

Profumo, in crisi il settore tecnico -professionale

Next Article

Bicocca, formazione in tv per i futuri chirurghi

Related Posts
Leggi di più

Erasmus+, un partecipante su tre trova lavoro all’estero dopo il tirocinio

I dati di un'indagine svolta dall’Agenzia nazionale Erasmus+ evidenziano come oltre il 30% dei partecipanti ai programmi di formazione fuori dai confini italiani alla fine del percorso siano riusciti ad inserirsi nel mondo del lavoro dei paesi ospitanti. Quest'anno sono già 457 i progetti di mobilità individuale ricevuti.
Leggi di più

Alternanza scuola-lavoro, in Puglia boom di infortuni per gli studenti: 4500 in un anno

Fanno ancora discutere i numeri dei progetti PTCO che dovrebbero garantire percorsi di formazione all'interno delle aziende per i ragazzi che frequentano gli ultimi anni delle scuole superiori. In Puglia le denunce di infortuni che hanno riguardato studenti nel 2019 sono state 4500, il 4,5% del totale nazionale. Intanto domani il presidente Mattarella incontrerà i genitori di Lorenzo Parelli, lo studente morto durante il suo ultimo giorno di stage.
Leggi di più

Smart working, dopo giugno solo il 15% delle imprese permetterà il lavoro a distanza in una città diversa dalla sede aziendale

Secondo un'indagine dell'Associazione italiana per la direzione del personale quasi 9 aziende su 10 sono disponibili ad utilizzare il lavoro da remoto dopo la deadline del 30 giugno. Solo il 15% però è disposto a far lavorare gli smartworker nelle loro città di origine. Una scelta che potrebbe penalizzare soprattutto i laureati del sud.