Torino, migliaia di firme per aumentare gli stupendi dei docenti universitari

“Un risultato insperato”. In 23mila hanno sottoscritto una petizione in cui si chiede lo sblocco degli scatti di anzianità al Politecnico di Torino. La battaglia è stata condotta dal professor Carlo Ferraro, docente di motori termini per trazione, a Torino, con un traguardo davvero inimmaginabile.
«La questione non è soltanto economica, ma anche di dignità professionale» dice il professor Ferraro. E aggiunge: «Noi non vogliamo aumenti di stipendio, ma chiediamo venga riconosciuto quanto ci spetta». Le 23 mila firme sono state raccolte fra docenti e ricercatori di 82 atenei italiani.

Total
0
Shares
Lascia un commento
Previous Article

La rassegna stampa di giovedì 17 dicembre

Next Article

#ItaliaSicura, il governo stanzia 100 mln di euro per impianti sportivi in aree svantaggiate

Related Posts
Leggi di più

Gran Bretagna, niente visto speciale per i nostri laureati: le università italiane considerate “troppo scarse”

Il governo britannico mette a disposizione una "green card" per attrarre giovani talenti e aggirare così le stringenti regole imposte dalla Brexit. Potranno partecipare però solo chi si è laureato in una "università eccellente" in giro per il mondo. Dall'elenco però sono state esclusi tutti gli atenei italiani considerati quindi non all'altezza in basse ai risultati nelle più prestigiose classifiche mondiali.